VIDEO | Scuola, Ascani: “Nel decreto agosto risorse per organico e affitti”

La viceministro all'Istruzione, arrivata nel pomeriggio a Trieste, aggiunge: "abbiamo approvato poche ore fa un protocollo di sicurezza con i sindacati"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print


ROMA – “Abbiamo approvato poche ore fa un protocollo di sicurezza con i sindacati, uno strumento importantissimo per le scuole. Ci sono le risorse all’interno del decreto Agosto non solo per l’organico ma anche per garantire agli enti locali, dove fosse necessario, di pagare gli affitti per i locali. Chi non avesse trovato il modo di sistemare i locali che ci sono, avra’ le risorse per poterne prendere altri in affitto”. Lo fa sapere la viceministro all’Istruzione, Anna Ascani, arrivata nel pomeriggio a Trieste per incontrare, in Prefettura, i rappresentanti del Friuli Venezia Giulia e rassicurare istituzioni e professionisti sulla partenza dell’anno scolastico. “La gara sui banchi non e’ andata deserta come qualcuno immaginava- continua Ascani-, e quindi le condizioni per ripartire ci sono tutte, tenendo conto che e’ una situazione molto complicata e che e’ la prima volta che abbiamo a che fare con un’emergenza cosi’ difficile da gestire- conclude- dobbiamo garantire la sicurezza dei nostri ragazzi, delle famiglie e naturalmente di tutto il personale”. 

ASCANI: “PER PERSONALE UN ALTRO MILIARDO NEL DECRETO AGOSTO”

“Per quello che riguarda l’organico, l‘ordinanza del ministero dell’Istruzione e’ uscita e prevede la distribuzione dei docenti secondo le risorse assegnate dal decreto Rilancio. Arrivera’ pero’ un altro miliardo dal decreto Agosto che in queste ore dovrebbe andare in Consiglio dei ministri, quindi quei numeri saranno sostanzialmente raddoppiati”. Lo fa sapere la viceministra all’Istruzione, Anna Ascani, oggi a Trieste per incontrare i rappresentanti del Friuli Venezia Giulia e rassicurare sulla ripartenza dell’anno scolastico. Sui fondi per il personale scolastico, continua Ascani, “appena ci sara’ il via libera del ministero delle Finanze, noi faremo la nostra parte per distribuire agli Uffici scolastici le risorse cosi’ che loro si interfaccino con le scuole”, spiega. E precisa: “Quel riparto fa riferimento solo alla prima tranche di risorse stanziata nel decreto Rilancio. Contiamo pero’ di dare alle scuole tutto l’organico di personale docente e non docente di cui hanno bisogno”. Ascani non fornisce i numeri del personale, tuttavia il fabbisogno per il Friuli Venezia Giulia l’ha gia’ annunciato l’assessore all’Istruzione Alessia Rosolen: 1.164 docenti; almeno 30 unita’ di personale educativo; 1.397 collaboratori scolastici; almeno 130 assistenti tecnici.

“INVIATA BOZZA SU TRASPORTI A COMITATO SCIENTIFICO”

Da un lato manteniamo la sicurezza a scuola, e vogliamo che la sicurezza sia garantita in tutti i momenti ai nostri studenti, dall’altra sappiamo bene che gli enti locali hanno una situazione di difficolta‘ e quindi e’ giusto che vengano sostenuti nell’organizzazione di questo servizio fondamentale. Il ministero dell’Istruzione e quello dei Trasporti stanno lavorando insieme”. Cosi’ la viceministra all’Istruzione, Anna Ascani, oggi a Trieste, cerca di disinnescare la minaccia del governatore del Friuli Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga, che ieri ha annunciato che con le limitazioni ai trasporti imposte dal governo, l’anno scolastico non sarebbe potuto ripartire.

“La ministra De Micheli ha gia’ inviato al comitato tecnico-scientifico un’ipotesi di bozza per il trasporto scolastico- continua Ascani-. C’e’ una discussione in corso. Noi vogliamo garantire il servizio e, esattamente come i presidenti delle Regioni, garantire anche la sicurezza. Queste sono le priorita’”, conclude la viceministra.

“PER BIMBI 0-6 NON PREVISTI PASTI MONOPORZIONE”

La viceministra all’Istruzione, Anna Ascani smonta la polemica esplosa sul servizio mensa per le scuole d’infanzia e gli asili nido. Il punto e’ stato sollevato in mattinata dall’assessore comunale all’Istruzione di Trieste, che denunciava come l’accordo firmato ieri tra sindacati e ministero avesse introdotto l’obbligo di pasti monoporzione per le scuole materne. “Nelle nostre linee guida per lo 0-6 non abbiamo previsto questo- spiega Ascani-. C’e’ un tema sul protocollo sicurezza che e’ stato siglato con i sindacati per le scuole da 6 anni in su. Noi in realta’ incontreremo i sindacati nel corso della prossima settimana- continua-, per un protocollo ad hoc proprio per la fascia 0-6 e cercheremo di tenere conto di queste esigenze. Che naturalmente, come tutte le altre- conclude la viceministra- devono essere compatibili con le esigenze di sicurezza dei nostri bambini e del personale”. 

“ISTITUTI TECNICI SUPERIORI TEMA PER RECOVERY FUND”

“Gli istituti tecnici superiori (Its) ci stanno particolarmente a cuore, tra l’altro saranno tra le questioni che solleveremo per il Recovery fund, perche’ sappiamo quanto valgono queste realta’. Quindi teniamo ovviamente alla loro ripresa, ma anche al rilancio in generale”. Cosi’ la viceministra all’Istruzione sul tema dell’avvio dell’anno scolastico. Quello delle Fondazioni degli Its e’ uno dei nodi che porta al tavolo l’assessore regionale all’Istruzione, Alessia Rosolen, che chiede informazioni sul ristoro delle spese straordinarie sostenute negli ultimi mesi dagli istituti, e novita’ circa la destinazione dei fondi legati a “industria 4.0” per eventuali laboratori o altre infrastrutture, senza dimenticare gli sbocchi occupazionali minacciati dal mancato raccordo con il ministero dell’Universita’ per le lauree professionalizzanti.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

7 Agosto 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»