Sanità, il ministro Speranza: “Abolire superticket, crea disuguaglianze”

"Il superticket aumenta le discriminazioni e le diseguaglianze e tra i territori", dice il ministro
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Ogni volta che un cittadino non accede alla sanità per ragioni di natura economica siamo di fronte a una sconfitta dello Stato”. Lo dice il ministro della Salute, Roberto Speranza, in un’intervista a Repubblica. Speranza annuncia che è necessario abolire il superticket. Nella nota di aggiornamento al Def, ha ricordato, “per la prima volta si afferma con nettezza che il superticket aumenta le discriminazioni e le diseguaglianze e tra i territori e nei territori e che l’obiettivo di tutto il governo e’ di superarlo gradualmente”.

“Mi batterò perchè questo avvenga nel tempo più breve possibile”, ha assicurato.

ZINGARETTI: SI’ ALL’ABOLIZIONE DEL SUPERTICKET

“È ora di dare una mano a chi ha più bisogno di aiuto. Abbiamo iniziato ad abbassare le tasse sul lavoro per aumentare gli stipendi, sono d’accordo con l’idea di lavorare per abolire il superticket nella sanità. In Regione Lazio l’abbiamo fatto. Costruiamo insieme un’Italia più giusta”. Così il segretario del Pd Nicola Zingaretti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

6 Ottobre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»