Vaccini, Usa e Ue aprono su sospensione brevetti. Oms: “In Africa solo 1% dosi”

joe biden
Le parole di Biden segnano la svolta, disponibilità da Von der Leyen. L'India applaude mentre l'Oms avverte: "il divario tra paesi si aggrava"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

di Vincenzo Giardina e Carlandrea Poli

ROMA – Gli Stati Uniti hanno annunciato il proprio sostegno a una moratoria dei diritti di proprietà intellettuale sui vaccini contro il Covid-19 invocata dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) su input di Sudafrica e India. L’obiettivo dell’iniziativa sarebbe accrescere la produzione dei farmaci anche a beneficio dei Paesi più svantaggiati.

Secondo Katherine Tai, rappresentante del dipartimento americano per il Commercio, “tempi straordinari richiedono misure straordinarie”. Ieri pomeriggio, la dirigente ha anche invitato l’Oms a favorire sul tema una decisione unanime.

Finora la richiesta di Sudafrica e India, sostenuta da decine di Paesi in più continenti, si era scontrata con l’opposizione non solo di Washington, in particolare durante l’amministrazione di Donald Trump, in carica fino a gennaio, ma anche dell’Unione Europea e della Gran Bretagna. Secondo la direzione dell’Oms, la scelta degli Stati Uniti del presidente Joe Biden rappresenta “un grande momento” nella lotta contro il Covid-19. 

VON DER LEYEN: “PRONTI DISCUTERE PROPOSTA USA SU BREVETTI

“L’Europa è l’unica regione a esportare vaccini su larga scala. L’Ue è anche pronta a discutere ogni proposta per affrontare la crisi in modo pragmatico. Ed è il motivo per cui siamo pronti a discutere le modalità della proposta americana per la revoca della proprietà intellettuale sui vaccini”. Lo afferma la presidente della commissione europea, Ursula Von Der Leyen, intervenendo alla decima edizione di State of the Union, l’evento organizzato dall’istituto europeo universitario.

La presidente conferma che “nel breve termine” intanto l’Unione continua a consentire ai Paesi membri di esportare vaccini “evitando misure che possano danneggiare” la catena di distribuzione. “L’Ue- aggiunge- esporta vaccini in più di 90 Paesi, con consegne in Canada, Uk, Giappone, Singapore, Messico, Colombia e altri”.

MOETI (OMS): “DIVARIO SI AGGRAVA, IN AFRICA SOLO 1% DOSI

Si aggrava il divario globale sui vaccini: lo ha denunciato oggi Matshidiso Moeti, direttrice per l’Africa dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo la quale la quota di immunizzazioni effettuate nel continente si è ridotta ulteriormente, dal 2 all’1 per cento del totale.

“A causa dei ritardi e della carenza di forniture, i Paesi africani stanno scivolando sempre più indietro rispetto al resto del mondo” ha detto Moeti, citata sui profili social dell’Oms: “Ora il continente vale appena l’1 per cento del totale delle inoculazioni, mentre solo poche settimane fa eravamo al 2”.

INDIA: “BENE SUPPORTO USA A NOSTRA PROPOSTA SU BREVETTI

“Apprezziamo il supporto da parte degli Stati Uniti”: lo ha detto oggi Arindam Bagchi, portavoce del ministero degli Esteri dell’India, dopo l’annuncio del sostegno di Washington a una moratoria dei diritti di proprietà intellettuale sui vaccini contro il Covid-19.

A proporre la sospensione, presso l’Organizzazione mondiale del commercio (Wto/Omc), era stata proprio New Delhi. Con l’India, a oggi uno dei Paesi più colpiti dalla pandemia, quasi 4mila morti accertati solo nelle ultime 24 ore, si erano schierati subito il Sudafrica e decine di altri Stati.

DI MAIO: “DA BIDEN SEGNALE IMPORTANTE, L’ITALIA C’È”

“Serve un libero accesso ai brevetti sui vaccini anti covid. È una corsa contro il tempo e c’è bisogno della collaborazione di tutti per evitare di essere travolti dalle varianti del virus. Ogni Stato deve avere le stesse opportunità ed è fondamentale, davanti a questa emergenza, liberalizzare la produzione. L’annuncio dell’Amministrazione Biden, favorevole alla sospensione dei brevetti, è un segnale molto importante. L’Italia c’è, l’Europa non perda questa occasione e dimostri di essere unita e coraggiosa”. Lo scrive su facebook Luigi Di Maio, ministro degli Esteri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»