Giornale radio sociale, edizione 5 settembre 2019

Giornale radio a cura di http://www.giornaleradiosociale.it/
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

DIRITTI – Speranze sociali. Con il giuramento del nuovo governo Conte appoggiato da M5S, Pd e Leu si apre una nuova fase politica. Tanti i commenti dal mondo dell’associazionismo e una speranza comune: che i temi del Terzo settore, e in generale della solidarietà, potranno finalmente avere il rispetto e la considerazione che meritano.

SOCIETA’ – Al via. Pubblicato il bando per il servizio civile universale che permetterà ad oltre 39 mila giovani tra i 18 e i 28 anni di fare una esperienza di crescita umana e professionale. Il servizio di Anna Monterubbianesi. 

ECONOMIA – Falsa partenza. Suona la campanella ma non tutti i bambini e ragazzi avranno a disposizione il materiale per tornare in classe. L’appello arriva dalla Fondazione Somaschi che a Milano e in Lombardia ospita in varie comunità 140 minori in difficoltà. Le necessità riguardano quaderni, astucci, penne, pennarelli, matite colorate.

INTERNAZIONALE – Dalla parte della Terra. Anche in Uganda c’è una ragazzina scesa in campo per la difesa dell’ambiente. Si tratta di Vanessa Vash: in un tweet la ragazza afferma di essersi ispirata a Greta Thunberg per dare il via agli scioperi climatici in Africa e di sperare di riuscire a dare un contributo al movimento ambientalista.

CULTURA – Plastica da mare. Al via il primo eco festival plastic free della Capitale, in programma al Porto Turistico di Ostia, fino all’8 settembre. Il servizio di Clara Capponi. 

SPORT – Il judo per crescere bene. L’Unesco ha dichiarato che questa pratica è la migliore formazione iniziale per bambini e ragazzi dai 4 ai 21 anni ed è adatta a qualsiasi età. Il Comitato Olimpico Internazionale lo considera uno degli sport più completi, perché promuove i valori di amicizia, partecipazione, rispetto e sforzo per migliorare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

5 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»