Giornale radio sociale, edizione del 10 dicembre 2020

Approfondimenti e notizie sul sociale su www.giornaleradiosociale.it
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

INTERNAZIONALE – Covax. È l’iniziativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, Gavi e Cepi per assicurare una distribuzione equa dei vaccini per il Covid-19, a un prezzo sostenibile in modo da non penalizzare i Paesi più poveri. Secondo Unicef è fondamentale che nessuno resti indietro, specie nelle nazioni con sistemi sanitari deboli.

SOCIETA’ – Nessuno in strada. Oggi, in occasione della Giornata internazionale dei diritti umani, la presentazione del progetto Arci per costituire in 12 Regioni italiane un circolo rifugio, dove accogliere piccoli nuclei di persone. Durante la pandemia molte sedi dell’associazione, seppur chiuse, hanno continuato a essere il punto di riferimento per le attività di mutuo soccorso destinato alle fasce più marginali e povere delle nostre città.

ECONOMIA – Solidarietà patrimoniale. Per abbattere il debito, gli italiani farebbero pagare di più i ricchi. D’accordo anche gli elettori del centrodestra. Per il 62% è giusto che per contrastare la crisi ci sia una tassa sui grandi patrimoni, mentre il 42% è contrario alla soglia dei 500 mila euro perché “troppo bassa” e scoraggerebbe” gli investimenti. Sono i dati Swg con il suo Radar settimanale.

DIRITTI – La scuola che allontana. La didattica a distanza “riduce sensibilmente” l’inclusione. È quanto emerge dal rapporto Istat sull’inclusione scolastica, anno 2019-2020. Secondo i dati, le scuole carenti di postazioni informatiche per gli alunni con disabilità sono state infatti una su 4, mentre il 23% degli alunni con disabilità (circa 70 mila) non ha partecipato alle lezioni tra aprile e giugno. La quota cresce al 29% nelle regioni del Mezzogiorno.

CULTURA – In partenza per la luna. Al via il festival per i bambini. Il servizio è di Clara Capponi

Parte da Napoli ma raggiungerà tutta Italia Catch the moon, il primo festival italiano e campano sul cinema d’animazione per bambini e ragazzi. Dal 14 al 20 dicembre grazie al supporto della cineteca di Milano, l’iniziativa arriverà nelle scuole italiane e nelle case di appassionati e curiosi con una ricca programmazione che sarà disponibile 24 ore su 24. Legato al festival il concorso internazionale con 35 cortometraggi d’animazione selezionati tra più di 1000 candidature arrivate da tutto il mondo. Non solo cinema, ma anche arte e interazione. In programma tre laboratori gratuiti di animazione e due mostre: Carta dei diritti dei bambini, in cui parole e immagini, insieme, affermano il diritto dei bambini e delle bambine di tutto il mondo all’arte e alla cultura, e Maua -Museo di arte urbana aumentata, un’esposizione digitale di 30 opere, 10 per ciascuna città toccata dal progetto che unisce l’arte alla tecnologia e conta più di 100 opere di street art in realtà aumentata fra Milano, Torino e Palermo.

SPORT – Parchiaperti. È il progetto ideato durante il lockdown, con l’intenzione di dare valore al patrimonio naturale come fonte di benessere. I parchi aderenti hanno creato una rete che promuove visite alle aree protette, attraverso esperienze a diretto contatto con la natura, come risorsa per la salute e bene comune da valorizzare, dal punto di vista biologico, turistico ed economico.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»