Roscioli: “Il 2020 sarà un anno difficile per il settore Hotel”

Intervista al presidente di Federalberghi Roma, l'Associazione sindacale di categoria degli albergatori
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA  – “Il 2018 si è chiuso con dati positivi e avevamo grandi aspettative per il 2019, che si sono realizzate. Purtroppo questo momento così difficile ci fa pensare che il 2020 sarà un anno più difficile rispetto agli altri“. A dichiararlo alla Dire, nell’ambito della rubrica DIREzione Roma, è stato Giuseppe Roscioli, presidente di Federalberghi Roma, l’Associazione sindacale di categoria degli albergatori.

“Noi viviamo del territorio dove risiede l’azienda alberghiera e se questo territorio è favorevole e piacevole, anche ai turisti, noi siamo tutti contenti- ha spiegato Roscioli tornando ai temi generali- Ma, negli ultimi anni, questa cosa è difficile da poter dire. Stiamo a un livello molto inferiore, sul tema dei servizi che offre la città, rispetto alle altre Capitali europee”.

Roscioli ha voluto focalizzare l’attenzione su alcuni problemi, cominciando dalla mobilità e dai rifiuti. “Il primo è un tema che purtroppo non riusciamo a risolvere, il secondo riguarda soprattutto le periferie e non le zone centrali. Anche gli standard su decoro e sicurezza sono al di sotto delle altre capitali. Le soluzioni- ha proseguito- sono drastiche. Servono più poteri alla città e un’autonomia finanziaria perché, a mio giudizio, non bastano cinque o sette miliardi. E poi un sindaco illuminato che possa guardare al di là del proprio mandato elettorale e porre le basi per quanto riguarda una struttura diversa della città che ci possa accompagnare nei prossimi anni”.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Marzo 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»