Prescrizione, Lezzi (M5s) avverte: “Non è negoziabile”. E minaccia crisi di governo

L'avvertimento della senatrice Lezzi: "Se si intende far passare l'indigeribile e soffocare il M5S, allora sia chiaro che non esiste più una maggioranza di governo"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Revoca delle concessioni e prescrizione non sono negoziabili“. È l’avvertimento che arriva dalla senatrice del Movimento 5 stelle Barbara Lezzi.

LEGGI ANCHE: Prescrizione, Renzi a Bonafede: “Fermati finchè sei in tempo”. E lui: “Non accetto minacce”

Le parole sono contenute in un post su Facebook a cui Lezzi allega un articolo della Stampa con questo titolo: ‘Prescrizione, Conte convoca un vertice ma l’idea è di lasciare il nodo al Parlamento”. A questo proposito, dice la senatrice 5 stelle: “Se quanto descritto in questo articolo fosse vero, si starebbe attuando la strategia del Ponzio Pilato buona a far passare l’indigeribile e per soffocare il M5S. Se davvero fosse questa la decisione del Presidente, vorrà dire che non esiste più una maggioranza di Governo e se ne deve prendere atto. Primo fra tutti deve farlo il Movimento 5 Stelle”.  

LEGGI ANCHE: Prescrizione, Giachetti attacca il Pd: “Per noi la Costituzione vale più delle poltrone”

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

4 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»