Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Positivo al Covid fugge da un ospedale di Roma, trovato a Ladispoli e denunciato

pronto_soccorso_san_camillo_roma
A segnalarlo ai Carabinieri i proprietari di un negozio del centro storico nel quale si era recato e dove aveva avvertito un malore
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – I Carabinieri della Stazione di Ladispoli, al termine di un’attività investigativa nata a seguito di un intervento effettuato in un noto esercizio commerciale del centro nel tardo pomeriggio di lunedì scorso, hanno deferito in stato di libertà un 44enne di Roma, già noto alle Forze dell’Ordine per le proprie molteplici vicissitudini giudiziarie. In particolare, i Carabinieri erano intervenuti su richiesta di alcuni avventori del negozio, i quali avevano segnalato la presenza di un uomo che stava avvertendo un malore. Giunti sul posto unitamente al personale sanitario del 118, i Carabinieri hanno notato subito come qualcosa non andasse nell’uomo, che indossava solamente di una giacca ed un pigiama.

Sgomberato il locale e chieste ulteriori informazioni, il 44enne ha ammesso di essersi allontanato quella stessa mattina dall’Ospedale San Camillo di Roma. Effettuati i primi immediati accertamenti nel senso, ecco emergere però la verità: il soggetto, già ricoverato nel reparto Covid, se ne era allontanato arbitrariamente, benché perfettamente consapevole di essere ancora positivo; nell’occorso, aveva altresì danneggiato varie apparecchiature mediche e, nel tentativo di guadagnare la fuga, aveva pure avuto una breve colluttazione con alcune infermiere che cercavano di trattenerlo. Giunta sul posto, appositamente da Roma, un’ambulanza specifica equipaggiata per trattare e contenere il contagio da persone affette da patologie infettive, l’uomo è stato trasportato presso il Reparto Covid – 19 dell’Ospedale Civile San Paolo di Civitavecchia, ove si trova tuttora, prossimo alla guarigione. Per fortuna, gli esami sanitari hanno acclarato come l’interessato non fosse contagioso all’atto della fuga proprio poiché già in via di guarigione. Ora dovrà comunque rispondere di vari violazioni, tra cui quella relativa alla normativa in materia prevenzione e limitazione del contagio da Covid – 19.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»