hamburger menu

Oggi Mattarella giura per il bis al Quirinale, tutte le tappe

Alle 15.30 Mattarella pronuncerà il discorso davanti al parlamento in seduta comune, poi alle 17 il giuramento bis

SERGIO_MATTARELLA
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Oggi, alle 15.30, il capo dello Stato Sergio Mattarella, eletto per il settennato bis dopo 7 fumate nere sabato scorso, terrà il suo discorso davanti al Parlamento in seduta comune prestando giuramento di fedeltà alla Repubblica. Nel pomeriggio, intorno alle 17, si insedierà al Quirinale con una cerimonia formale con i vertici delle istituzioni. Inizierà così ufficialmente il secondo settennato di Mattarella, che nel febbraio 2015, al suo primo mandato, giurò come dodicesimo presidente della Repubblica.

LEGGI ANCHE: Sergio Mattarella rieletto Presidente della Repubblica: “Accetto per senso di responsabilità”

ECCO LE TAPPE DELL’INSEDIAMENTO DEL PRESIDENTE

PARTENZA IN AUTO DAL QUIRINALE A BORDO DELLA MASERATI DI PERTINI

Poco prima delle 15 il capo dello Stato partirà dal Palazzo del Quirinale a bordo di una Maserati Quattroporte, con a bordo il segretario generale della Camera Fabrizio Castaldi. L’auto storica, che fu introdotta al Colle da Sandro Pertini alla fine degli anni ’70, sarà scortata dai Carabinieri in motocicletta. Per tutto il tragitto suonerà la campana più grande del torrino di Montecitorio, che smetterà solo quando Mattarella entrerà alla Camera. Nel 2015, il presidente, che è stato giudice della Corte costituzionale, uscì dalla sua abitazione nelle foresterie della Consulta con la sua Panda grigia nel sedile accanto al guidatore.

L’ARRIVO A MONTECITORIO E IL GIURAMENTO

Al suo arrivo a Palazzo Montecitorio, il capo dello Stato sarà ricevuto dal presidente della Camera Roberto Fico e dalla presidente del Senato Elisabetta Casellati che lo accompagneranno nell’Aula ornata per l’occasione con drappi e da 21 bandiere tricolore. La cerimonia di giuramento inizierà alle 15.30, a sette anni esatti da quando il 3 febbraio del 2015 Mattarella giurò per la prima volta da capo dello Stato (a mezzanotte di oggi, 2 febbraio, scade infatti il primo mandato). Dopo che il presidente Fico dichiarerà aperta la seduta, Mattarella presterà giuramento a norma dell’art.91 della Costituzione con la formula: “Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione”. Poi rivolgerà il messaggio alla Nazione parlando tra i presidenti delle Camere davanti ai Grandi elettori (deputati, senatori e delegati regionali). Ad ascoltarlo, tra i banchi del Governo, ci sarà anche il premier Mario Draghi con i ministri.

LE REGOLE ANTI-COVID: GREEN PASS E TAMPONE IN AULA

Gli ingressi in Aula saranno regolati dal rispetto delle norme sulla pandemia. I 1.009 grandi elettori potranno assistere tutti contemporaneamente al discorso di Mattarella ma solo se muniti di green pass e con un tampone antigenico di terza generazione, negativo, eseguito la mattina stessa presso gli uffici delle Camere. I parlamentari siederanno nell’emiciclo, i 58 delegati regionali nelle tribune. Tampone e green pass anche per i giornalisti in tribuna stampa. La cerimonia durerà un massimo di 40-50 minuti, parlerà solo il presidente della Repubblica.

I 21 COLPI DI CANNONE E L’INNO NAZIONALE

Al termine del giuramento gli artiglieri dell’Esercito, come da tradizione, sparano 21 colpi a salve dal cannone del Gianicolo per salutare il nuovo presidente, mentre le campane di Montecitorio tornano a suonare. Dopo il discorso davanti al Parlamento, in cui saranno tracciate le linee guida del suo secondo mandato, Mattarella verrà portato dal cerimoniale in Piazza Montecitorio dove, dopo l’esecuzione dell’Inno nazionale, passerà in rassegna il reparto d’onore schierato con bandiera e banda.

LEGGI ANCHE: FOTO | Mattarella insegue il camion dei traslochi: nuova opera di Laika vicino il Quirinale

L’OMAGGIO ALL’ALTARE DELLA PATRIA E LE FRECCE TRICOLORE

Terminata la rassegna a Montecitorio, il presidente, accompagnato dal premier Mario Draghi e dal segretario generale del Quirinale, salirà a bordo della Lancia Flaminia decappottabile, l’altra storica auto dei presidenti della Repubblica, diretto al Vittoriano dove passerà in rassegna il reparto d’onore schierato con bandiera e banda. All’Altare della Patria deporrà una corona d’alloro sulla tomba del Milite Ignoto, osservando un minuto di raccoglimento. A questo punto il momento piu’ coreografico con le Frecce Tricolore, la pattuglia acrobatica dell’Aeronautica militare italiana, che sorvoleranno Piazza Venezia riempiendo il cielo dei colori della nostra bandiera. Il presidente della Repubblica, accompagnato dal presidente del Consiglio, dal segretario generale della Presidenza della Repubblica e dal consigliere militare, saluterà brevemente il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

INSEDIAMENTO AL QUIRINALE, PARTE IL SETTENNATO BIS

Dopo L’omaggio al Milite ignoto a Piazza Venezia, Mattarella e Draghi saliranno nuovamente sulla Lancia Flaminia, disegnata da Pininfarina e introdotta da Gronchi nel 1961, che li porterà al Colle per la cerimonia di insediamento con cui partirà ufficialmente il bis. L’auto sarà scortata dal reggimento dei corazzieri in alta uniforme su 35 cavalli. La cerimonia di insediamento si terrà intorno alle 17. Giunto nel Cortile d’Onore, Sergio Mattarella passerà in rassegna un reparto di formazione interforze che gli renderà gli onori. Nel contempo lo Stendardo presidenziale viene stato issato sul Torrino al fianco della Bandiera italiana. Ad accogliere il presidente ci sarà anche Briciola, la cagnolina- mascotte dei Carabinieri del 4° Reggimento a cavallo, che nel 2015 fu la star del primo insediamento di Mattarella con una serie di simpatiche capriole. Terminata la rassegna e gli onori da parte di un reparto dei Corazzieri nella Loggia d’onore, il capo dello Stato farà un breve discorso alla presenza dei vertici istituzionali. Viste le norme anti-covid per i giornalisti sarà a disposizione la trasmissione in streaming e la diretta Rai.

DRAGHI E IL ‘RITO’ DELLE DIMISSIONI

Immediatamente dopo l’insediamento formale dovrebbero arrivare le dimissioni di cortesia del presidente del Consiglio Mario Draghi. Il capo dello Stato le rifiuterà invitando il premier a proseguire il lavoro a palazzo Chigi.

LEGGI ANCHE: Quirinale, sui social pioggia di meme per il Mattarella bis

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-02-03T12:25:30+02:00

Ti potrebbe interessare: