Appello di Conte al M5S: “Basta dubbi, è ora di sognare”. Di Maio ai suoi: “Non c’è voto giusto o sbagliato”

Il premier incaricato, in un video, invita i militanti grillini a sostenere il nascente governo. Gli iscritti potranno votare sulla piattaforma Rousseau
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non mi sfuggono i dubbi che possono albergare tra gli elettori del Movimento chiamati a votare su Russeau. Vi ricordo che il Movimento ha sempre detto in modo molto chiaro che se non avesse avuto la maggioranza in Parlamento avrebbe provato a realizzare il proprio programma con le forze presenti in Parlamento, senza farne una questione di schieramenti politici”. Così Giuseppe Conte, in un video, dove invita i militanti grillini a sostenere il nascente governo: “Non tenete nel cassetto questi sogni, è il momento di tirarli fuori per realizzare il Paese che vogliamo. E’ una occasione unica per dimostrare che si può riformare questo Paese e fare cose straordinarie”.

“Con Zingaretti e Di Maio abbiamo una grande opportunità per migliorare l’Italia e fare il bene del Paese, per aprire una stagione riformatrice. E’ una fase cruciale da affrontare con ragionevolezza e determinazione. Abbiamo grandi e buone idee da realizzare per questo Paese”. Lo dice il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte, in un video, dove sottolinea: “Durante le consultazioni ho registrato consonanza tra Pd, M5S e altre forze di sinistra sugli obiettivi da raggiungere”.

DI MAIO A M5S: NON C’È VOTO GIUSTO O SBAGLIATO

“Non c’è un voto giusto o sbagliato, ma ci sono le vostre idee, la somma delle vostre idee che indirizzerà il Movimento. Il Movimento è questo, è partecipazione, abbiamo già vinto, l’Italia aspetta di conoscere il vostro voto per conoscere il suo futuro”. Lo dice Luigi Di Maio, in un videomessaggio, a proposito del voto di domani su Rousseau.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

2 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»