NEWS:

Sgarbi contro Conte: “Giuseppi, occupati prima delle tue consulenze”

In una lettera aperta a Giorgia Meloni, il leader del M5S ha chiesto di revocare l’incarico di Sgarbi, Santanchè e Dalmastro

FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

ROMA – Il Sottosegretario alla Cultura Vittorio Sgarbi replica all’esponente dei 5 Stelle Giuseppe Conte, che stamane con una lettera aperta al Presidente del Consiglio Giorgia Meloni chiede di revocare l’incarico di Sgarbi, Santanchè e Dalmastro: “‘Giuseppi’ Conte, di cui non si conosce un pensiero, un’idea, un libro, alla guida di un partito di cui paga il fondatore per insultarlo, piccolo gigolò che attrae signore deluse dal marito, non sa quello che dice. Prima di parlare delle mie consulenze, si occupi delle sue: dal caso Retelit e fino a quelle con Acqua Marcia Spa. La vera questione morale è la sua presenza in questo Parlamento”.

LEGGI ANCHE: Sgarbi smonta le accuse: “Tutto falso e con Sangiuliano è tutto a posto”

SANTANCHÈ: ‘CONTE? GLI MANDO UN BACIO’

“E io mando un bacio a Conte“. Risponde così, dopo una risata, il ministro al Turismo Daniela Santanchè a chi a margine di un convegno sulla casa a Palazzo Pirelli, le chiede circa la lettera aperta con cui il leader del M5S consiglia di fatto al premier di liberarsi del proprio cerchio magico, in questo caso identificato con i nomi dei sottosegretari Vittorio Sgarbi, Andrea Delmastro e della stessa Santanchè.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it


FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail