Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Coronavirus, primo caso in Sardegna. Positivo anche l’assessore lombardo Mattinzoli

La conferma della diagnosi per il paziente sardo avverrà dopo la verifica del tampone da parte dell’Istituto superiore di sanità
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un paziente sardo è risultato positivo al Coronavirus. La conferma della diagnosi avverrà, tuttavia, dopo la verifica del tampone da parte dell’Istituto superiore di sanità. A darne notizia è la Regione, spiegando come l’uomo sia attualmente ricoverato in una struttura sanitaria di Cagliari. “Sono stati attivati tempestivamente dall’Unità di crisi regionale i protocolli nazionali e regionali per individuare e porre in sorveglianza attiva i familiari e tutte le persone che sono state in stretto contatto col paziente- si legge nella nota-. La situazione è sotto controllo e le strutture sanitarie della Regione rimangono operative per fare fronte ad ogni evenienza. Ad oggi nessuna delle persone sottoposte a vigilanza è in una condizione tale da destare allarme”.

POSITIVO L’ASSESSORE MATTINZOLI, VERIFICHE SU TUTTA LA GIUNTA LOMBARDA

Positivo alla test del Coronavirus anche l’assessore allo sviluppo economico della Lombardia, Alessandro Mattinzoli. “Il collega Mattinzoli e’ risultato positivo al Coronavirus, pertanto, come previsto per gli operatori dei servizi essenziali di pubblica utilita’, tutta la Giunta si sottoporra’ ai test di accertamento. Per questo siamo stati costretti a rinviare la visita agli ospedali di Lodi, Codogno e Cremona”. Lo riferiscono in una nota il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana e l’assessore al Welfare Giulio Gallera. “Una volta ottenuti gli esiti, attiveremo le procedure previste dai protocolli di Regione Lombardia, condivise con il Ministero della Salute e l’Istituto Superiore di sanita’ per i contatti diretti”, aggiunge l’assessore Gallera.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»