Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Revenge porn, l’esperta: “I video hot aumentano l’autostima delle ragazze, ma diffonderli è un rischio”

La sessuologa Rosamaria Spina spiega cos'è questo fenomeno e affronta il tema dei video hot scambiati in chat erotiche
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Che cos’è il Revenge porn e quali sono le dinamiche che si mettono in atto quando si decide di riprendere degli attimi privati condivisi con il proprio partner? A rispondere a queste domande ci ha pensato la sessuologa Rosamaria Spina, che è intervenuta sul fenomeno dei video hot scambiati in chat erotiche ai microfoni di Radio Cusano Campus nel corso del programma ‘Genetica Oggi’ condotto da Andrea Lupoli.  “Il Revenge porn consiste nello scambio di materiale con contenuto sessualmente esplicito, che, teoricamente, dovrebbe rimanere privato, ma nel revenge porn si trasforma in materiale di scambio usato in caso di torto: ‘Mi hai lasciato?’, ‘Non vuoi più stare con me? Allora io diffondo i filmati fatti insieme’. C’è l’intento di umiliare ed infamare la vittima– ha dichiarato la sessuologa- che viene esposta a schernimento dal pubblico che riceve questo materiale”.

“I video e le foto sono fatti anche per esibizionismo, già nei giovani ci sono queste tendenze. Il fatto che le ragazze possano sentirsi attraenti e desiderate, di essere guardate, a 15 anni serve molto per aumentare l’autostima: sono apprezzata, piaccio. Da adulti-  ha continuato l’esperta- cambiano le dinamiche e diventa più sottile il gioco erotico. Il punto di partenza in generale dello scattare foto e fare video è il piacere, anche fra gli adulti. La donna, la ragazza ripresa, può provare piacere nell’essere fotografata. E’ più facile che la donna sia esibizionista. La donna- conclude la sessuologa- è predisposta nell’essere guardata, prova piacere nell’essere guardata”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»