Bernaudo (Liberisti italiani): “La Brexit? Farà male alla Ue, non al Regno Unito”

"L’Europa senza Uk è un'Europa che a me convince meno, sempre meno liberale e sempre più superstato burocratico"
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “La Brexit farà male soprattutto all’Unione europea più che agli inglesi. L’Inghilterra ha gli anticorpi di una democrazia liberale, si riprenderà velocemente dal contraccolpo, farà correre ancor di più le proprie imprese interne e ne attirerà da altri stati”. Così interviene Andrea Bernaudo, fondatore di Liberisti Italiani, il nuovo movimento politico che si ispira proprio alla statista inglese Margaret Thatcher, sull’uscita del Regno Unito dall’Ue.

Poi, aggiunge: “Crescerà ancor di più il benessere dei cittadini inglesi. Il Regno Unito continuerà a portare su un palmo di mano chi rischia per produrre, rispettando sempre la libera impresa, perché questo è nel dna di una democrazia ad economia liberale. L’Europa, invece, senza Uk è un’Europa che a me convince meno, sempre meno liberale e sempre più superstato burocratico, occhiuto e arcigno sulle cose superflue e inutile sulle grandi scelte che riguardano esteri, difesa, immigrazione. Un’Europa così- conclude- non è quella che immaginavano i padri fondatori“.

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

1 Febbraio 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»