Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Comunali Roma, Bernaudo promette una battaglia legale: “In tv vanno sempre gli stessi”

liberisti italiani andrea bernaudo
Il presidente di Liberisti Italiani, candidato a sindaco della Capitale, denuncia la scarsa visibilità concessagli: "Gli italiani e i romani hanno il diritto di conoscere il nostro programma"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Da ottobre 2020 a giugno 2021 abbiamo assistito basiti alla campagna elettorale solitaria come candidato sindaco di Roma, gratis e a reti unificate, dell’ineffabile Calenda a cui, col suo partito, ad oggi, pur non avendo eletto nessuno, nemmeno se stesso, essendo stato eletto col Pd, è stato consentito di presenziare in tv come una star. La sua presenza debordante non è stata dovuta nemmeno a logiche di lottizzazione partitica. Ha allora amici ancora più potenti? Chissà! Inspiegabile. Anche se qualcuno dovrebbe vigilare e spiegare. Poi da giugno in poi alla ‘star delle tv’ Calenda si sono aggiunti, appena sdoganati dai partiti, Michetti e Gualtieri. E poi c’è la Raggi, che ha ancora il coraggio di ricandidarsi e di andarci in tv, dopo il disastro della sua amministrazione”. Così in una nota Andrea Bernaudo, presidente di Liberisti Italiani e candidato a sindaco di Roma.

“La radiotelevisione italiana non si smentisce mai, ma noi abbiamo già depositato a suo tempo un esposto all’Agcom e inviato 3 integrazioni, ma la situazione non è migliorata, salvo pochissime eccezioni, nonostante la convocazione delle elezioni – aggiunge Bernaudo – Ci accingiamo pertanto ad intraprendere una battaglia legale. I partiti e qualche potente hanno scelto i candidati e subito gli autori hanno ubbidito? Evidentemente questi candidati a sindaco non danno fastidio al ‘sistema Roma’, ma la stampa non dovrebbe essere il cane da guardia del potere? Ad oggi ci pare che scodinzolino, anziché fare la guardia, tranne rare eccezioni e qualche giornalista che fa il suo mestiere. Il 3 settembre depositeremo la lista a Roma a sostegno della mia candidatura a sindaco, che per primi abbiamo lanciato, dopodiché se continua questo vergognoso andazzo, oltre alle denunce, andremo fisicamente davanti alle sedi di Rai, Mediaset, La7 e Sky. Gli italiani ed i romani hanno il diritto di sapere che siamo in campo anche noi Liberisti e di conoscere il nostro programma per Roma ed il nostro progetto politico”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»