‘Tre metri sopra il cielo’ diventa una serie tv targata Netflix. Bufera sui social

Netflix annuncia anche altre due nuove serie: 'Curon', un drama dagli elementi sovrannaturali e l'adattamento di 'Fedeltà' di Marco Missiroli
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – ‘Tre metri sopra il cielo’ diventa una serie tv. Lo ha annunciato Netflix che sui social scrive: “Scusate ma non ce la facciamo più a tenerci tutto dentro. Quindi vi raccontiamo un po’ di cose sulle prossime serie italiane a cui stiamo lavorando”.
La serie, si legge, sarà “un adattamento” del libro di Federico Moccia e del film culturale interpretato da Riccardo Scamarcio che ha fatto innamorare tutte le adolescenti del 2000. La serie “sarà ambientata sulla costa adriatica e i protagonisti si chiameranno Sally e Ale, non Step e Babi”.
Quando uscirà? “Non possiamo dirvelo, ma non appena lo sapremo lo saprete anche voi. Croce sul cuore”, promette Netflix.

Ma la rete non ha apprezzato la scelta. Pochissimi quelli che hanno apprezzato, molti i contestatori: “Che abbiamo fatto di male per meritarci l’adattamento di “Tre metri sopra il cielo”??? Dove abbiamo sbagliato con voi??? Dove????“,  “Ad ‘adattamento di tre metri sopra il cielo’ ho smesso di leggere’, “L’adattamento che vogliamo di Tre metri sopra il cielo esiste già. Si chiama Six feet under“, sono i commenti degli utenti.

E c’è chi lancia una provocazione: “Tre metri sopra il cielo?!?
È UNO SCHERZO vero? State facendo un pesce d’aprile in anticipo?
“, 
 “Mamma mia un tre metri sopra il cielo in salsa romagnola… praticamente un telefilm su Gerry Calà“.

Comunque Netflix produrrà anche due nuove serie in Italia: “La prima si chiama Curon, un drama dagli elementi sovrannaturali- si legge – [la chicca da giocarsi alle cene: il titolo riprende il nome di un paesino del Trentino Alto-Adige famoso per la sua vecchia chiesa, completamente sommersa dal lago ad eccezione del campanile, che ancora emerge. La leggenda (e Wikipedia) racconta che in alcune giornate d’inverno si sentano ancora suonare le campane]”. L’altra sarà “un adattamento del libro ‘Fedeltà’ di Marco Missiroli, nominato al 73esimo Premio Strega. Dalla sinossi: “Ambientato tra Milano e Rimini, Fedeltà è la storia di una giovane coppia, e delle conseguenze deflagranti di un presunto tradimento. Una storia di fedeltà coniugale, che diventa anche soprattutto un simbolo della fedeltà verso se stessi e le proprie scelte”. Non ci resta che aspettare.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Marzo 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»