Indonesia, il bus si paga con le bottigliette di plastica

ROMA – A Surabaya, la seconda citta’ piu’ grande dell’Indonesia, il sindaco ha deciso di incentivare il riciclo della plastica attraverso un metodo ingegnoso quanto “inclusivo”: ai cittadini viene infatti permesso di acquistare i biglietti dell’autobus inserendo, al posto del denaro, oggetti in plastica riciclabile come bicchieri e bottigliette. Non solo: la prima cittadina Tri Rismaharini ha deciso di rendere i viaggi sui mezzi pubblici piu’ accattivanti mettendo a disposizione dei residenti una nuova linea di autobus, che non solo offrono ai passeggeri sedili piu’ confortevoli e l’aria condizionata, ma garantiscono l’accesso a disabili, donne in gravidanza e persone anziane.
Grazie al meccanismo della plastica in cambio del biglietto, “i viaggiatori di Surabaya potranno d’ora in avanti viaggiare per due ore gratuitamente”, ha detto Rismaharini, che gia’ nel 2015 ha vinto il World Mayor Prize per il suo impegno nella tutela dell’ambiente e del benessere in citta’. Numerosi ad esempio i parchi e gli spazi verdi che ha messo a disposizione degli abitanti di Surabaya, un’azione che non e’ sfuggita al think tank internazionale che ogni anno seleziona il sindaco piu’ meritevole a livello mondiale.
Ora, il suo piano punta a ridurre l’uso dei mezzi privati, che al momento costituiscono il 75% del traffico urbano, al fine di contrastare gli ingorghi e l’inquinamento dell’aria. Non solo: il municipio strizza anche l’occhio al problema dei rifiuti, una questione che coinvolge tutto il Paese. Come ricordano le testate locali, l’Indonesia produce infatti quasi 188mila milioni di tonnellate di plastica all’anno, piazzandosi cosi’ il secondo posto nella classifica mondiale dopo la Cina per inquinamento dei mari.

29 Maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»