A Roma cassonetti incendiati 7 giorni fa: nessuno raccoglie rifiuti bruciati

ROMA – Miasmi di plastica bruciata che si sovrappongono al cattivo odore dei rifiuti abbandonati in strada. E’ lo scenario a cui i cittadini di via del Forte Tiburtino, nel IV municipio, si stanno abituando loro malgrado da quando, il 21 giugno scorso, nella notte hanno preso fuoco i cassonetti della raccolta indifferenziata. Da quel giorno, più di una settimana fa, nessuno è passato a rimuovere ciò che resta del rogo. Il risultato è un tanfo insopportabile per i residenti, costretti a convivere con ciò che resta dei cassonetti, parte dei rifiuti incendiati e altri che nel frattempo ci si aggiungono.

L’unico intervento effettuato in sette giorni è il posizionamento sull’altro lato della strada, da parte di Ama, di ulteriori cassonetti. Che, in assenza di una raccolta periodica, sono stracolmi e hanno già diverse buste lasciate ai lati. “E’ una vergogna”, dicono i cittadini indignati che passano nella via. Proprio nei giorni in cui nelle loro case sono arrivati i bollettini per pagare il servizio di raccolta dei rifiuti.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

28 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»