Raggi: “No a ronde a San Lorenzo”; Tifosi Cska Mosca: “Non saltavamo sulla scala mobile”

SAN LORENZO, RAGGI: NO A RONDE E A USO FORZA PRIVATA

“Non servono ronde, ma cose come il controllo di vicinato”. Lo ha detto oggi la sindaca di Roma, Virginia Raggi, esprimendo contrarietà per la manifestazione annunciata da Forza Nuova e prevista domani a San Lorenzo, nel quartiere dove è morta la sedicenne Desirée Mariottini. “Mi oppongo a qualsiasi visione che preveda l’uso della forza privata indiscriminata per risolvere problemi di ordine pubblico e sociale” ha aggiunto Raggi. Sulla vicenda è intervenuto anche il presidente della Camera, Roberto Fico, secondo il quale “servono meno ruspe, ma più amore e coesione sociale”. Contrari alla manifestazione anche il Partito democratico e l’Anpi.

REGIONE LAZIO APPROVA RICONVERSIONE IMPIANTO RIFIUTI COLLEFERRO

La Giunta regionale ha approvato oggi la delibera per la riconversione dell’impianto rifiuti di Colleferro. L’attuale termovalorizzatore verrà quindi spento e inizierà la sua riconversione da parte della società Lazio Ambiente. “Il nuovo progetto consentirà la cancellazione del processo di stabilizzazione della Fos nei Tmb- ha spiegato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- con la conseguente eliminazione dei disagi olfattivi e la valorizzazione ecologica ed economica”. Secondo il governatore “in questo modo saranno risolte molte criticità che affliggono il sistema dei rifiuti di Roma”.

TIFOSI CSKA MOSCA: NON SALTAVAMO SULLA SCALA MOBILE

“Non stavamo saltando”. I tifosi russi del Cska Mosca continuano a difendersi dalle accuse di aver provocato la rottura della scala mobile della stazione Repubblica della linea A della metropolitana, che ha causato 24 feriti. In un video postato sulla pagina Facebook Cska Fans contro il razzismo, i tifosi rispondono direttamente al vice premier, Matteo Salvini, che aveva detto (“C’erano decine di ubriachi che facevano casino”). Secondo i tifosi, invece, il link del video mostra chiaramente come non stessero saltando. Per loro l’incidente sarebbe stato causato da un cedimento della scala mobile.

‘HUNTING POLLUTION’, A ROMA MURALE ‘VERDE’ PIÙ GRANDE D’EUROPA

Si chiama ‘Hunting Pollution’ ed è il più grande murale d’Europa, realizzato con pitture che purificano l’aria. Si trova nel quartiere Ostiense, all’incrocio di via delle Conce con via del Porto Fluviale, ed è stato inaugurato questa mattina dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. Il murale ritrae un airone tricolore in lotta per la sopravvivenza. L’artista Iena Cruz lo ha realizzato utilizzando una tecnologia che trasforma ogni parete in un depuratore d’aria naturale. “Questo murale è l’esempio di come si può intervenire contro i cambiamenti climatici” ha commentato Zingaretti.

26 ottobre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»