Municipio III di Roma, Caudo eletto presidente

Lazio

Municipio III di Roma, vince il centrosinistra: Caudo eletto presidente

ROMA – Giovanni Caudo e’ il nuovo presidente del III Municipio di Roma. Il candidato del centrosinistra ha infatti matematicamente battuto lo sfidante di centrodestra, Francesco Maria Bova, con il 56,45% dei voti contro il 43,55%, con un margine di circa 4.500 preferenze di vantaggio che, a sole 4 sezioni su 183 ancora da scrutinare, lo rende irraggiungibile per l’avversario.

DATI DEFINITIVI: CAUDO ELETTO CON 56,71%, BOVA AL 43,29%

Terminato lo spoglio nel III Municipio di Roma. Quando tutte le 183 sezioni sono state scrutinate, il candidato del centrosinistra Giovanni Caudo raggiunge il 56,71% dei voti (20.121 contro i 18.917 del primo turno, 1.204 in piu’), battendo al ballottaggio per la presidenza lo sfidante di centrodestra, il leghista Francesco Maria Bova, fermo al 43,29% (15.362 voti, 156 in piu’ dei 15.206 di due settimane fa). I voti espressi in totale sono stati 35.948 (per un’affluenza definitiva del 20,91%), di cui 35.483 validi. Quelli contestati sono stati 6, le schede nulle 349, mentre 110 elettori hanno lasciato la propria scheda bianca.

CAUDO: VINTO ANDANDO OLTRE MODELLO ZINGARETTI

“Gli elettori del M5S nel 2016 hanno dato credito a una proposta che era chiara sul versante della protesta ma insufficiente su quello della cultura di governo. Ora invece hanno premiato un’offerta nuova, l’unica vera novita’ che era in campo. Una coalizione di centrosinstra con spirito civico insieme a Pd e Leu, un qualcosa che va anche oltre il modello Zingaretti, lo abbiamo chiamato ‘modello Montesacro’, perche’ Zingaretti e’ del Pd, io sono indipendente. È un modello che guarda a sinistra e include e va oltre quello auroreferenziale del Pd: e i cittadini, quando il coinvolgimento e’ piu’ ampio, ti premiano”. Lo ha detto il neo presidente del III Municipio di Roma, Giovanni Caudo, intervenendo su La7.

 

Giovanni Caudo commenta subito dopo la vittoria:

 

25 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»