Nord corea, Trump ci ripensa e riconsidera l’incontro con Kim

ROMA – Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump sembra essersi persuaso a fare marcia indietro, e riconsiderare l’idea di un incontro al vertice con il leader della Corea del Nord, Kim Jog-un, annullato solo ieri attraverso un messaggio che ha messo in allarme buona parte della comunità internazionale. “E’ un’ottima notizia ricevere le calorose e costruttive dichiarazioni della Corea del Nord. Vedremo presto a cosa porteranno, speriamo in una lunga e duratura prosperità e pace. Solo il tempo (e il talento) lo diranno”, ha scritto il capo della Casa Bianca sul suo profilo Twitter, dopo che il viceministro degli Esteri di Pyongyang, Kim Kye Gwan, ha lasciato intendere che, pur “biasimando” la decisione di Washington, il suo Paese fosse ancora pronto a “sedersi faccia a faccia, in qualsiasi momento, per risolvere il problema”. Secondo la stampa americana, il ministro della Difesa Jim Mattis ha detto che si sta “ancora lavorando all’organizzazione del summit” a livello diplomatico, che dovrebbe tenersi il 12 giugno a Singapore. Se alla fine sarà confermato, gli Stati Uniti “saranno pronti”, ha dichiarato invece la portavoce dell’Esecutivo, Sarah Sanders.

Solo ieri Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump aveva annunciato la cancellazione di un vertice bilaterale con il leader nordcoreano Kim Jong-Un. In un documento pubblicato dalla Casa Bianca, Trump definiva il momento per l’incontro “non appropriato” e sottolineava di sperare che il vertice potesse comunque tenersi in futuro.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

25 maggio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»