Casapound: “Una nostra talpa al Comune di Roma? È una bufala”

In queste ore si parla di una presunta talpa del movimento in Campidoglio che avrebbe il compito di segnalare l'assegnazione degli alloggi popolari a rom e stranieri
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – “Non esiste alcuna nostra talpa in Campidoglio, le ricostruzioni mediatiche di queste ore sono totalmente inventate. Vere e proprie fake news”. Questo il commento di CasaPound in merito alle notizie che circolano in queste ore, in cui si fa riferimento ad una presunta talpa del movimento in Campidoglio, che avrebbe il compito di segnalare l’assegnazione degli alloggi popolari a rom e stranieri.

“Le proteste nascono spontaneamente dai cittadini- prosegue la nota- noi veniamo contattati solamente in seguito. Sono le stesse agenzie e i quotidiani locali a riportare l’arrivo di nostri rappresentanti ad ore di distanza dalle prime mobilitazioni dei residenti. Così è accaduto a Torre Maura, così a Casal Bruciato nei giorni successivi. La nostra presenza si spiega con il radicamento territoriale, in quelle zone noi facciamo attività da anni per 365 giorni l’anno, tra distribuzioni alimentari e cortei anti degrado”.

“Il fatto che nello stabile di via Napoleone III figuri tra i residenti una maestra d’asilo cosa dovrebbe provare?- conclude Casapound- E’ uno dei 25 mila dipendenti del Comune di Roma, perché dovrebbe avere accesso ad informazioni riservate riguardo le assegnazioni delle case? Senza contare che il nostro consigliere in X Municipio, Luca Marsella, sono mesi che chiede l’accesso agli atti per consultare le graduatorie per le case popolari, che invece restano inaccessibili”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

24 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»