Giovani

Maturità al via, è il saggio sulla solitudine la traccia più scelta

ROMA –  Primo giorno d’esame oggi per i 509.307 studenti chiamati quest’anno ad affrontare la maturità. La prima prova, iniziata alle 8.30, che coinvolge 25.606 classi e 12.865 commissioni, è il tema di italiano, da svolgere in un tempo massimo di sei ore su quattro tipologie proposte dal Miur: tema storico, tema di attualità, analisi del testo, saggio breve o articolo di giornale.

PER 22% STUDENTI SAGGIO SU SOLITUDINE, È TRACCIA PIÙ SCELTA

“I diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura”. È questa la traccia più scelta della prima prova della Maturità 2018, svolta dal 22,1% degli studenti. Segue l’analisi del testo di un brano del romanzo ‘Il giardino dei Finzi-Contini’ di Giorgio Bassani, preferita dal 18,5% dei maturandi.

Il 16,8% ha scelto l’ambito socio-economico, con la traccia ‘La creatività è la straordinaria dote – squisitamente umana – di immaginare; risultato di una formula complessa, frutto del talento e del caso’. Il 14,8% ha svolto il tema di ordine generale sul principio dell’eguaglianza formale e sostanziale nella Costituzione. Il 13,7% si è orientato verso l’ambito tecnico-scientifico, con la traccia sul dibattito bioetico sulla clonazione.

La traccia di ambito storico-politico su ‘Masse e propaganda’ è stata scelta dal 13% dei ragazzi. Infine, l’1,1% dei maturandi ha svolto il tema storico, che proponeva di analizzare l’argomento della cooperazione internazionale partendo da un brano tratto da un discorso di Aldo Moro e da un brano dedicato ad Alcide De Gasperi.

La traccia di ambito artistico-letterario, quella sulla solitudine, è stata la più gettonata nei Licei: l’ha scelta il 30,4% dei candidati. Il tema di ordine generale è stato il preferito, invece, negli Istituti tecnici e nei Professionali: l’ha scelto il 21,3% degli studenti nel primo caso e il 22,6% nel secondo. I dati derivano da un’indagine campionaria rappresentativa a livello nazionale.

ECCO LE TRACCE: DA ‘GIARDINO FINZI CONTINI’ A MORO E COSTITUZIONE PER PRIMA PROVA

Giorgio Bassani con ‘Il giardino dei Finzi Contini’ per l’analisi del testo; Masse e propaganda per ambito storico politico; il dibattito bioetico sulla clonazione per l’ambito tecnico scientifico; Alcide De Gasperi e Aldo Moro sull’Europa per il tema storico; il principio di ugualianza nella Costituzione per il tema generale; i diversi volti della solitudine in arte e letteratura per l’ambito artistico-letterario; per l’ambito socio-economico creatività e immaginazione. Sono questi, secondo le prime indiscrezioni, gli argomenti usciti per la prima prova dell’esame di maturità.

OPERE DI HOPPER E PIRANDELLO PER RACCONTARE SOLITUDINE IN ARTE E LETTERATURA

I diversi volti della solitudine nell’arte e nella letteratura. E’ l’argomento con cui si stanno confrontando i maturandi che hanno scelto l’ambito artistico letterario per la prima prova di maturità. A disposizione immagini di Hopper, Fattori e Munch, insieme a citazioni di Petrarca, Pirandello e Quasimodo. Tra i documenti anche ‘Piccoli canti’ nella raccolta ‘La presenza di Orfeo’ di Alda Merini e ‘1695’ di Emily Dickinson.

LA CREATIVITÀ CON MORETTI E BORDONI IN PRIMA PROVA AMBITO SOCIO-ECONOMICO

Per la prima prova della maturità, tra le diverse tracce una è dedicata alla creatività quale dote straordinaria di immaginare, risultato di una formula complessa frutto del talento e del caso. Chi ha scelto l’ambito socio-economico dovrà partire da questo assunto e dai testi di Enrico Moretti e Carlo Bordoni che rispettivamente sono dedicati al neo lavoro, dove la creatività è il vero capitale, e alla noia, che aiuta a creare.

DIBATTITO SU BIOETICA E CLONAZIONE TRA I TEMI PRIMA PROVA

La definizione di bioetica, la prima clonazione non umana e l’articolo della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea dedicato al diritto all’integrità della persona sono tra i documenti sottoposti ai maturandi per l’ambito tecnico scientifico per cui è stato scelto un tema delicato come il dibattito sulla clonazione.

MORO, DE GASPERI, DOPOGUERRA E COOPERAZIONE PER TEMA STORICO

Alla prima prova di maturità gli interventi di Aldo Moro e Alcide De Gasperi relativamente al periodo post seconda Guerra mondiale durante cui emerse la necessità di una stabilità politica non solo nazionale ma internazionale basata sulla cooperazione. Partendo da estratti dei due statisti italiani ai maturandi viene chiesto di analizzare il processo storico nella sua complessità.

L’UGUAGLIANZA NELLA COSTITUZIONE TRA ARGOMENTI PRIMA PROVA

Il testo integrale dell’articolo 3 della Costituzione, dedicato all’uguaglianza, tra le tracce proposte alla prima prova della maturità. Per il tema di ordine generale viene chiesto agli studenti di analizzare e commentare i principi enunciati facendo riferimento all’attualità.

ANCHE MASSE E PROPAGANDA TRA ARGOMENTI PER PRIMA PROVA

‘Nemico e propaganda’ di Andrea Baravelli e ‘Soggetti apolitici e politici soggetti’ di Giulio Chiodi, sono tra i testi citati nell’ambito storico-politico dell’esame di italiano alla maturità. Argomento di forte attualità politica e sociale.

SECONDA E TERZA PROVA

Si proseguirà il giorno successivo, giovedì 21 giugno alle 8.30, con la seconda prova, che si svolgerà tra le quattro e le otto ore in base agli indirizzi, sulle materie estratte dal ministero lo scorso gennaio: greco al classico, matematica allo scientifico, lingua straniera 1 al linguistico, economia aziendale per l’indirizzo Amministrazione, Finanza e Marketing degli istituti tecnici, scienza e cultura dell’alimentazione per l’indirizzo Servizi enogastronomia e ospitalità alberghiera, estimo per l’indirizzo Costruzioni, ambiente e territorio, sistemi e reti per l’indirizzo Informatica e telecomunicazioni. E ancora: progettazione multimediale per l’indirizzo Grafica e comunicazione, lingua inglese per il turistico, meccanica macchine ed energia per l’indirizzo Meccanica, meccatronica, energia, teoria, analisi e composizione al liceo musicale, tecniche della danza al liceo coreutico, discipline artistiche all’artistico.

Dopo una pausa di tre giorni, lunedì 25 giugno alle 8.30 sarà la volta della terza prova, il quizzone giunto quest’anno alla fine della sua breve vita (fu introdotta nel 1997 dall’allora ministro dell’Istruzione Luigi Berlinguer). Dal prossimo anno la terza prova sarà infatti abolita dagli scritti grazie all’ultima riforma dell’esame, che inserisce, però, il conseguimento di una prova Invalsi nel corso dell’anno scolastico come requisito di ammissione. Per gli esami orali data e calendario saranno decisi da ciascuna scuola. Si procederà come di consueto in ordine alfabetico partendo dalla lettera sorteggiata nel corso della prima prova.

Leggi anche:

Ti potrebbe interessare:

20 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»