Migranti, Fratoianni: “Sulla Diciotti Salvini vuole compiere un reato”

ROMA – “Ci risiamo. Dopo il caso della nave Asso28, che io stesso ho potuto denunciare direttamente dal Mediterraneo centrale, il governo del ministro Salvini annuncia, senza vergogna, la volontà, in mancanza di un non meglio precisato aiuto europeo, di compiere un respingimento collettivo”. Lo afferma il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, di Liberi e Uguali.

“Questa volta in modo esplicito e diretto- prosegue l’esponente di Leu- Non bastava la vergogna, l’ennesima, di tenere in mare una nave della nostra Marina Militare come la Diciotti con 180 persone a bordo da diversi giorni. Insomma, siamo al punto che un ministro della Repubblica annuncia a mezzo stampa- conclude Fratoianni- la decisione di compiere un reato. Contro le Convenzioni internazionali firmate dal nostro Paese e contro la Costituzione su cui ha prestato giuramento. Il limite è ampiamente superato”.

Leggi anche:

Migranti, Salvini: “Europa ci aiuti o li riportiamo in Libia”

Migranti, Malta contro Salvini e Toninelli: “Nave Diciotti li sbarchi in Italia”

19 Agosto 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»