Costume e Società

A Bologna è la sera de Lo Stato sociale. Con frecciata a Salvini

BOLOGNA – Alla fine, dopo tanta attesa e qualche polemica (vedi alla voce Sovrintendenza) è il momento di far parlare la musica. Lo Stato sociale si sta esibendo in piazza Maggiore davanti a una piazza gremita, perlopiù da giovanissimi (ma si contano persone di tutte le età). In apertura, il coro delle piccole voci dell’Antoniano, che hanno cantato i grandi classici del repertorio. Niente “Una vita in vacanza”, però, probabilmente lasciata in fondo alla scaletta della serata.

Tra una canzone e l’altra, Lo Stato sociale dal palco di piazza Maggiore punzecchia il leader della Lega Matteo Salvini. La band bolognese lo ricorda in platea a Sanremo assieme alla compagna Elisa Isoardi, “gli unici due che non si divertivano”, spiega Lodo. “Ecco vedi cosa succede se passi la vita a fare in modo che le persone non entrino a casa tua,  sei il primo a perderti le migliori feste”, dice il frontman del collettivo.

di Davide Landi e Vania Vorcelli

(Foto di Davide Landi)

Leggi anche:

12 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»