Ingegneria dell’Unicusano protagonista al Motodays di Roma

ROMA – Al via la decima edizione del Roma Motodays, l’evento dedicato interamente al mondo delle due ruote e a tutti gli appassionati ospitato presso la Fiera di Roma fino a domenica. Programma fitto di presentazioni, eventi, gare e approfondimenti, tutti dedicati alle due ruote e alla scoperta delle ultime novita’ di prodotto presentate dalle Case costruttrici italiane e internazionali. Tema dell’evento quest’anno e’ il ‘Commuting’, destinato a chi si sposta su 2 ruote per i trasferimenti casa-lavoro: anche grazie a queste iniziative, Fiera Roma rimarca la sua sensibilita’ ai temi della sostenibilita’ destinando un intero padiglione alla mobilita’ su due ruote per muoversi in modo intelligente.
L’esposizione di quest’anno vedra’ la partecipazione di aziende produttrici di scooter, moto, bici, e-bike, accessori moto e bici, nuove tecnologie, software e sistemi di mobilita’ urbana sostenibili. Una delle novita’ riguarda la presenza di due atenei, l’Universita’ degli studi Niccolo’ Cusano e l’universita’ di Roma Tre, a testimonianza di quanto sia necessario rinsaldare il collegamento tra il mondo della grande impresa e i centri di alta formazione. “Gli organizzatori hanno espressamente richiesto la nostra presenza e infatti non saremo posizionati in una sala riservata ma nel bel mezzo della Fiera. Chiunque verra’ al Motodays non potra’ non vedere il lavoro che faremo sul palco”, ha spiegato Oliviero Giannini, vicepreside della facolta’ di Ingegneria della Niccolo’ Cusano. “Un bel riconoscimento- ha continuato parlando con l’agenzia Dire- Siamo contenti e orgogliosi della scelta del comitato scientifico anche perche’ il problema della divulgazione tecnico-scientifica a persone che non sono ricercatori o addetti, ma appassionati, e’ un’attivita’ fondamentale oltre a far parte della mission di formazione propria di un’universita’”.

All’interno del comitato scientifico, dunque, non solo Unicusano e Roma Tre ma anche la Federazione italiana motociclisti e la Conferenza dei servizi di Roma. Tra le varie attivita’ del comitato ci sono le ‘Pillole di tecnologia’, dove si parlera’ di tecnologie associate al mondo delle due ruote e, piu’ in generale, della mobilita’. 

Numerosi appuntamenti in calendario con incontri tecnico-scientifici, workshop e dimostrazioni per presentare novita’, applicazioni future e prospettive per la mobilita’ urbana. In programma anche Motorbike Masterclass dei veri e propri tutorial tecnici con presentazioni e demo, come quelli su trasmissione a catena e variatore a confronto, cambio automatico e cambio robotizzato, carburatore contro iniezione, e molti altri focus tecnici per i veri commuters urbani e gli appassionati delle due ruote. “Nel nostro stand abbiamo parcheggiato un kart che fa parte di un progetto interno, finanziato dall’ateneo, e portato avanti dagli studenti- ha aggiunto Giannini alla Dire- Uno dei nostri laureati dello scorso anno, appassionato di motori, ha avuto l’idea di come rendere piu’ economiche le competizioni con kart, ovvero la categoria entry level per chi sogna di diventare pilota di Formula 1. 

Uno dei problemi fondamentali e’ che una stagione di kart puo’ arrivare a costare circa 60mila euro perche’ sono motori a due tempi molto spinti che durano il tempo delle prove e della gara. La sua idea- ha concluso il docente- e’ stata quella di adattare un motore 4 tempi da pitbike con frizione e una longevita’ molto maggiore tanto da riuscire a completare una stagione con un solo motore”.

8 marzo 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»