Politica

Assemblea Pd, c’è l’accordo per il congresso prima delle europee

ROMA – C’è l’accordo tra le varie correnti del Pd per convocare il congresso “prima delle europee”. Le trattative che hanno impegnato le varie anime del partito hanno quindi portato a un risultato unitario.

La dicitura “prima delle europee” dovrebbe essere contenuta in un ordine del giorno che sarà votato dall’assemblea.

Il segretario reggente del Pd Maurizio Martina è stato eletto segretario del partito dall’assemblea convocata all’Ergife di Roma. Tanti i voti a favore, più 7 contrari e 13 astenuti. Il voto è stato proclamato dal presidente Matteo Orfini.

Leggi anche:

Assemblea Pd, la minoranza fischia Renzi e lui reagisce: “Ci rivedremo al congresso e riperderete”

Ecco i 10 motivi che hanno causato la sconfitta del Pd secondo Matteo Renzi

Assemblea Pd, Renzi: “M5S è la vecchia destra, una corrente della Lega”

MARTINA: AVVIARE CONGRESSO CHE SI CONCLUDA PRIMA DI EUROPEE

“Io propongo che questa assemblea avvii oggi un congresso straordinario che da oggi a prima delle Europee ci consenta di fare un percorso nuovo, un percorso che si dovrà chiudere in funzione delle elezioni europee, dove dovremo arrivare preparati e pronti”. Lo dice Maurizio Martina, parlando all’assemblea del Pd.

MARTINA: NON GUARDARE AL PASSATO, MA NON BASTIAMO A NOI STESSI

“Noi siamo fondamentali per costruire l’alternativa ma non basteremo a noi stessi. Non si tratta di guardare al passato e neppure di fare discussioni tra gruppi dirigenti, ma di dare una speranza a tante persone disilluse che guardano ancora a noi. Non riduciamo tutto a discussioni tra noi”. Così il segretario reggente Maurizio Martina, parlando all’assemblea del Pd.

7 luglio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»