Colosseo, arriva il gladiatore Russell Crowe e grida ‘Forza Roma’

ROMA -Sorride e non si risparmia ai fotografi e ai fans Russell Crowe, il premio Oscar arrivato nella Capitale per la proiezione al Colosseo e al Circo Massimo del mitico Gladiatore, il film di Ridley Scott che lo ha reso celebre in tutto il mondo. Giunto al Forum music village di piazza Euclide per la conferenza stampa di presentazione degli eventi, Crowe è sceso da un van con i vetri oscurati, accolto da Marco Patrignani, ceo del Forum music village e presidente dell’Orchestra italiana del Cinema che eseguirà in sincrono la colonna sonora durante le proiezioni. Barba lunghissima, occhiali da sole e jeans, Crowe si è fatto riprendere a lungo dalle telecamere e dagli obiettivi dei fotografi, poi, quando Patrignani gli ha consegnato come omaggio la sciarpa della Roma, Crowe l’ha prima messa al collo del suo amico e collega Tomas Arana, ma in un secondo momento l’ha presa e, alzando le braccia, ha gridato “Forza Roma!”.

Crowe: “Emozione Gladiatore live, io al servizio di Roma”

“Sarà una grande emozione pensare che alla gente interessa ancora un tuo film di vent’anni fa. Sarà un evento speciale, un’esperienza fantastica e una grande emozione”. Lo dice Russell Crowe, attore premio Oscar arrivato a Roma per la proiezione del suo Gladiatore che si terrà oggi al Colosseo per una serata charity e poi verrà replicato al Circo Massimo l’8 e il 9 giugno. Arrivato al Forum music village in piazza Euclide per presentare l’evento che vedrà l’Orchestra italiana del Cinema eseguire in sincrono la colonna sonora, Crowe ricorda che l’appuntamento al Colosseo serve per raccogliere fondi per il progetto End Polio Now e per costruire un ascensore all’Anfiteatro Flavio “consentendo ai disabili di godere della stessa vista degli altri. Sarà un’esperienza veramente bella e meravigliosa”, ribadisce.

L’attore risponde alle tante curiosità dei giornalisti presenti e dice: “Amo l’Italia, mi piace tantissimo venire, lo faccio sempre con grande piacere e gioia. La cosa buffa è che sono venuto tante volte, ma non più di dieci giorni. Mi piacerebbe trascorrere qui un periodo molto più lungo. Con questo film ho un legame particolare- racconta riferendosi al Gladiatore- ha rappresentato 5 mesi della mia vita e dopo 20 anni ha ancora qualcosa di magico, che crea un legame particolare con la gente”. 

A chi gli chiede che cosa pensa del patrimonio culturale romano, Crowe risponde che “credo che sia speciale il fatto che l’amministrazione abbia dato il permesso di fare questa proiezione accompagnata dall’Orchestra, è una combinazione mai stata realizzata prima all’interno del Colosseo. Immagino che proprio una passeggiata non sia stata, credo sia complesso ottenere le autorizzazioni e sono contento che tutte le amministrazioni coinvolte abbiano detto sì“. Poi, la sua “richiesta” ai presenti: “Aiutatemi a far sì che questo evento sia un grandissimo successo per sue finalità. Non sono qui per guadagnare, ma perché amo questa bellissima città e questo film”. E, in italiano, aggiunge: “Sono al servizio di Roma”.

Con lui, insieme alla cantante Lisa Gerrard che al Colosseo canterà la colonna sonora con l’orchestra italiana del Cinema, il direttore dell’orchestra Justin Freer, e Marco Patrignani, ceo del del Forum music village e presidente dell’Orchestra, che a margine rivela: “Lui, Russell Crowe, non vede il Gladiatore dal 2000, dopo la premiere non lo ha mai più visto e mi ha detto che ha sognato questo appuntamento da vent’anni”. Show nello show, oggi al Colosseo ci sarà anche l’altro Gladiatore di Roma, Francesco Totti, che ha già incontrato Crowe all’Anfiteatro Flavio nel 2010, in occasione dei dieci anni dall’uscita del film di Ridley Scott.

Il Gladiatore in concerto

Il Gladiatore in concerto, attesissimo show, si terrà l’8 e il 9 giugno al Circo Massimo, con un’anteprima charity (e superesclusiva) al Colosseo mercoledì 6 giugno. Lo spettacolo vedrà l’Orchestra italiana del cinema eseguire la colonna sonora in sincrono con il film proiettato ad alta definizione su schermi di 123 metri all’Anfiteatro Flavio e di 25 al Circo Massimo.  Un’altra presentazione è prevista mercoledì, giorno dello show al Colosseo, sempre al Forum Music Village e sempre alle 12, ma questa volta Crowe lascerà il posto a Gerrard e Hans Zimmer, compositori delle musiche del Gladiatore. 

E se le due serate al Circo Massimo saranno dedicate al grande pubblico, il live al Colosseo, voluto e organizzato dall’Orchestra italiana del cinema con il Parco archeologico del Colosseo e in collaborazione con il Rotary international, servirà a raccogliere le donazioni per la campagna contro la Polio, sostenuta anche dalla fondazione Bill e Melinda Gates. E dal fondatore di Microsoft è arrivata la promessa di triplicare i proventi dei biglietti. Per un massimo di 350 posti disponibili, i ticket partono con i 1.500 euro del Silver, poi si passa per i 2.000 del Gold e i 2.500 del Platinum, e si arriva ai 3.000 euro del Diamond. Prima della proiezione, i fortunati potranno fare una visita guidata al monumento e cenare sulla terrazza Valadier con un menu firmato da Cristina Bowerman.

“Il Gladiatore in concerto”, progetto culturale e di beneficenza

E sociale sarà anche il contributo che l’Anfiteatro Flavio riceverà per aver ospitato la serata, i cui fondi verranno devoluti per realizzare un ascensore che consentirà alle persone con disabilità di raggiungere il terzo livello del monumento. La nuova struttura, che verra’ posizionata nella zona nord-est, costerà 200mila euro e sarà pronta a giugno 2019. Dopo la serata charity al Colosseo, Il Gladiatore in concerto arriverà al Circo Massimo l’8 e il 9 giugno. A prezzi decisamente più accessibili, lo show potrà accogliere una platea di seimila posti seduti e numerati e avra’ a disposizione uno schermo di 25 metri. Al Campidoglio gli organizzatori hanno pagato una concessione di 7.500 euro per ogni giorno di allestimento, che sale a 30mila per i due giorni del concerto, oltre il 5% sull’incasso lordo.

 

Leggi anche

Roma, al Circo Massimo ‘Il gladiatore in concerto

Ti potrebbe interessare:

6 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»