VIDEO | Manovra, Silvestrini (Cna): Soddisfatti su Imu-Sistri, avanti”

"Gli impegni del Governo fin qui sono stati rispettati", dice il presidente di Cna

MODENA – “Gli impegni assunti dal Governo agli incontri che abbiamo avuto con i due vicepremier sono stati soddisfatti. C’era stato un impegno a Milano di ridurre l’Imu e l’Imu è stata ridotta, per lo meno nella proposta emendativa. Valuteremo quindi alla fine dell’iter, ma allo stato attuale possiamo dire di essere molto soddisfatti“. Lo dice Sergio Silvestrini, segretario generale Cna, parlando della manovra a margine del Business day dell’associazione artigiana a Modena Fiere.

Gli artigiani apprezzano la linea sull’Imu “e la stessa cosa- continua Sivestrini- vale per l’abolizione del Sistri”, il sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, che dovrebbe essere inserita nel decreto legge che secondo indiscrezioni verrà varato venerdì. “Anche di questo- evidenzia il segretario generale Cna- diamo un giudizio molto positivo: è da anni che i piccoli artigiani si sono dati questo obiettivo, bene quindi se lo raggiungiamo”.

 

“C’è ancora tanto da fare”

Certo, non è ancora tutto fatto nella manovra e restano diversi problemi aperti: “Quello delle tariffe Inail, che devono essere ridotte alle nostre imprese, quello del costo del lavoro, che resta altissimo, e quello del credito. In quest’ultimo ambito, per il quale abbiamo fatto la proposta del fondo centrale di garanzia, dobbiamo trovare strumenti per alimentare virtuosamente l’accesso delle piccole imprese“, insiste Silvestrini. Secondo il quale, comunque, ci sono molte altre questioni da affrontare, a partire dalla burocrazia: “Anche i nostri studi degli ultimi mesi confermano un carico burocratico eccessivo sulle spalle delle imprese, ma anche in questo campo speriamo che alcune delle proposte fatte a Parlamento e Governo possano essere accettate”. 

“Sì alle infrastrutture, grandi e piccole”

“Il tema generale è quello dello sviluppo– contestualizza il segretario Cna- del sì alle infrastrutture, grandi ma anche e soprattutto piccole: ricuciamo il territorio e connettiamo esigenze diverse, il mondo della piccola impresa lavoro solo nelle piccole opere, nel risparmio energetico e nella riqualificazione urbana. Tutto il mondo della piccola impresa respirerebbe, con un obiettivo del genere”. E il dialogo con l’Europa? “Noi diciamo: trattativa, trattativa e trattativa. Dobbiamo raggiungere l’obiettivo, confido nella saggezza sia dell’Europa sia del Governo italiano”, conclude Silvestrini.

Leggi anche:

5 Dicembre 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»