Marche

Macerata, spara a stranieri da un’auto in corsa. Fermato al monumento dei caduti

BOLOGNA – Mattinata di follia a Macerata, dove un uomo (poi fermato dalla Polizia) ha sparato a diverse persone (tutte straniere) spostandosi a bordo della sua auto in diverse zone della città. I feriti, fa sapere la Polizia, sono stati trasportati in ospedale, mentre sono in corso accertamenti investigativi per chiarire chi sia il fermato e e cosa ci sia dietro l’accaduto.

Il fermato si chiama Luca Traini ed è un ragazzo di 28 anni, italiano e incensurato l’uomo fermato a Macerata per la sparatoria di questa mattina. E’ stato fermato poco prima delle 13 in in piazza della Vittoria, sui gradini del Monumento ai Caduti. Era avvolto in una bandiera tricolore e a quanto si apprende subito prima di essere arrestato da Carabinieri e Polizia aveva fatto il saluto romano rivolto verso la piazza.

Macerata, stamattina, ha vissuto un paio d’ore di panico. I primi spari sono iniziati poco dopo le 11 in via dei Velini. I feriti sono complessivamente sei.

Il sindaco Romano Carancini, attraverso i profili Twitter e Facebook del Comune e personali, ha invitato i cittadini a restare in casa, spiegando che c’era in giro un uomo armato che stava sparando. Stessa cosa ha fatto la Polizia.

Il tweet del Comune in cui si comunica il cessato allarme è delle 13 in punto.

3 febbraio 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»