Delrio attacca: “Anche il governo fascista era di cambiamento”

ROMA – “Certamente è un governo del cambiamento, il problema è che si può cambiare in peggio. Anche il governo fascista era un governo del cambiamento in Italia”. Così il ministro uscente Graziano Delrio ad Agorà su Rai3, sul nuovo governo.

Cambiamento verso che cosa?

Alla conduttrice che gli ha chiesto se stava facendo paragoni Delrio ha risposto: “No, faccio per dire che hanno cambiato ma hanno cambiato in peggio, potrei fare tantissimi esempi. Cambiamento verso che cosa? Maggiore giustizia sociale? Perché allora fai la flat tax? Perché abbassi le tasse ai ricchi? E’ un governo che ha politiche di destra, impostate dalla Lega di Salvini che appartiene culturalmente alla nuova destra europea, protezionista, nazionalista, una cosa pericolosa”.

Leggi anche:

La risposta di Salvini

“‘A volte è meglio tacere e sembrare stupidi che aprir bocca e togliere ogni dubbio’. (Oscar Wilde)”. Cosi’ Matteo Salvini replica a Graziano Delrio che ha definito la Lega un partito neofascista.

Ti potrebbe interessare:

1 giugno 2018
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»