Da Gimbe allarme terapie intensive: 13 regioni sopra la soglia d’allerta

coronavirus
A guidare la classifica è la Lombardia, con il 61% dei posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid, seguono Marche con il 60%, Piemonte con il 59%, Provincia di Trento con il 53%, Emilia Romagna con il 52%
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – La fondazione Gimbe lancia l’allarme terapie intensive: “La soglia di allerta è al 30% e la media nazionale al 41%. In merito alle Regioni, invece, 11 sono al 40%, 5 al 50% e 2 al 60%”, scrive in un tweet il presidente Nino Cartabellotta, in vista dell’ultimo monitoraggio atteso per domani. Sopra il livello di allerta del 30%, dunque, ci sono in tutto 13 Regioni: a guidare la classifica è la Lombardia, con il 61% dei posti letto di terapia intensiva occupati da pazienti Covid. Seguono: Marche con il 60%, Piemonte con il 59%, Provincia di Trento con il 53%, Emilia Romagna con il 52%, Puglia e Friuli Venezia Giulia con il 46%, Umbria e Toscana con il 43%, Molise con il 41%, Lazio con il 40%, Abruzzo e Liguria con il 32%, Veneto con il 29%, Valle D’Aosta con il 27%, Campania con il 26%, Calabria con il 24%, Provincia di Bolzano con il 20%, Sicilia e Sardegna con il 16% e Basilicata con il 15%.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»