Tg Lazio, edizione del 30 novembre 2020

Ecco i titoli dell'edizione di oggi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CALCA SHOPPING A ROMA, I MEDICI: SI CONTINUA A GIOCARE CON FUOCO

“A Roma continuiamo a giocare con il fuoco. Bisogna far rispettare le regole”. Lo ha detto oggi il vice presidente dell’Ordine dei Medici di Roma, Pier Luigi Bartoletti, in merito alle immagini della calca nelle vie dello shopping della Capitale. “Ricordo che da gennaio avremo un aumento di pazienti legati all’influenza stagionale- ha spiegato Bartoletti- Dunque se dovesse esserci anche una terza ondata di Covid, il sistema sanitario rischierebbe il collasso”. Dello stesso avviso il coordinatore del Comitato tecnico scientifico, Agostino Miozzo, secondo il quale “le regole ci sono: se via del Corso è piena, va applicato il numero chiuso”.

ROMA, CONFESERCENTI: ZTL RESTI APERTA PER TUTTO DICEMBRE

“Il Campidoglio proroghi l’apertura delle Ztl del centro storico per tutto il mese di dicembre”. E’ l’appello lanciato oggi da Claudio Pica, presidente della Fiepet-Confesercenti di Roma e Lazio. Secondo l’associazione, un allungamento fino alle 22 e la proroga dei varchi porterebbero gelaterie, pizzerie e street food, un bilancio di 200 milioni di euro. “Sarebbe un inizio incoraggiante in vista del prossimo anno” ha aggiunto Pica. Intanto il Campidoglio sta lavorando alla proroga gratuita per il 2021 dei permessi Ztl dii residenti e commercianti.

L’8 DICEMBRE PAPA FRANCESCO NON ANDRA’ IN PIAZZA DI SPAGNA

Il prossimo 8 dicembre Papa Francesco non si recherà in piazza Spagna per il tradizionale Atto di venerazione dell’Immacolata, ma compirà un atto di devozione privato, affidando alla Madonna la città di Roma, i suoi abitanti e i tanti malati in ogni parte del mondo. Lo ha comunicato il direttore della Sala Stampa della Santa Sede, Matteo Bruni. La decisione di non recarsi a Piazza di Spagna è dovuta alla situazione di emergenza sanitaria e al fine di evitare ogni rischio di contagio provocato da assembramenti”.

ROMA, UNITÀ MOBILI STRADA CONTRO PROSTITUZIONE MASCHILE MINORILE

Parte a Roma un nuovo progetto contro la prostituzione minorile maschile. Grazie alla collaborazione tra le associazioni Intersos, Digivis e il Campidoglio, è stata lanciata la prima unità mobile di strada dedicata al contrasto di questo fenomeno. A bordo saranno presenti due mediatori culturali e linguistici, un ‘case manager’ e un medico che lavoreranno per ‘mappare’ e aiutare i minori che si prostituiscono sul territorio capitolino. Il progetto, finanziato dall’Unione Europea con 345mila euro, durera’ 18 mesi. “La prostituzione maschile minorile è un fenomeno di cui si parla poco ma che è molto presente- ha detto la sindaca di Roma, Virginia Raggi- Oggi cerchiamo di dare una prima risposta”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»