hamburger menu

Firmato accordo per la riqualificazione delle Terme di Latronico in Basilicata

"Conclusione di un lungo lavoro che ha visto impegnata la Regione in tutte le fasi di interlocuzione istituzionale e con il co-finanziamento di 3 milioni di euro"

Pubblicato:30-11-2020 14:30
Ultimo aggiornamento:17-12-2020 20:40
Canale: Basilicata
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

POTENZA – È stato firmato dal ministro per lo Sviluppo economico Stefano Patuanelli il decreto per l’accordo di programma per la riqualificazione e l’ampliamento del complesso turistico e termale di Latronico, nel Potentino. Lo rende noto l’assessore regionale alle Attività Produttive Francesco Cupparo per il quale la firma “segna la conclusione di un lungo lavoro che ha visto impegnata la Regione Basilicata in tutte le fasi di interlocuzione istituzionale e con il co-finanziamento di 3 milioni di euro”. L’iniziativa che sarà realizzata dall’impresa Russit srl prevede la riqualificazione e l’ampliamento dell’attuale complesso turistico mediante la realizzazione di posti letto e centro benessere su fabbricati siti nel comune di Latronico in contrada La Calda, già in precedenza utilizzati per il turismo termale. Il progetto è particolarmente orientato al turismo straniero e prevede la possibilità di organizzare viaggi per portare nel nuovo centro termale presenze dal Nord Europa, notoriamente rivolto al turismo naturistico e al benessere. “Con questo progetto – sottolinea Cupparo – la Basilicata si inserisce nel target della vacanza benessere salutistico, in stretta sintonia con il Progetto Terre di Benessere”. Il Parco del Pollino e le nostre aree protette si candidano a diventare luoghi privilegiati dove praticare attività e prendersi cura del proprio spirito e del proprio corpo, ritrovando equilibri ormai quasi scomparsi altrove”. Il progetto ha lo scopo di riportare le antiche Terme di Latronico al pieno recupero attraverso due macro-interventi: la ristrutturazione dell’Hotel Congressi, che avrà 47 e 26 camere su due strutture e una ristorante con 150 posti a sedere e un Centro Sensoriale per i più avanzati servizi di cura, relax e benessere, complementari ai servizi alberghieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2020-12-17T20:40:19+01:00