VIDEO | Mafie, blitz nel catanese: 26 arresti. Fatta luce sull’omicidio di un consigliere Dc

Era il 28 settembre del 1991 e a Misterbianco venne ucciso il consigliere comunale della Democrazia cristiana Paolo Arena a colpi di fucile
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Blitz antimafia in provincia di Catania, dove i carabinieri del Comando provinciale hanno sgominato il clan ‘Tuppi’ che operava nei comuni di Misterbianco e Motta Sant’Anastasia: 26 gli arrestati perchè ritenuti affiliati al clan che i carabinieri considerano “confederato” con la famiglia mafiosa dei Mazzei. Le accuse sono di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, furto, ricettazione, riciclaggio, detenzione e porto illegale di arma clandestina, oltre che di trasferimento fraudolento di valori e corruzione con l’aggravante del metodo mafioso.

Le indagini, inoltre, hanno consentito di fare luce su uno degli omicidi risalenti alla guerra di mafia degli anni 80 e 90 che ha visto contrapposti il gruppo dei ‘Tuppi’ con quello del ‘Malpassotu’: era il 28 settembre del 1991 e a Misterbianco venne ucciso il consigliere comunale della Democrazia cristiana Paolo Arena a colpi di fucile. L’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal gip di Catania su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, ha disposto anche il sequestro di conti correnti, immobili e attività commerciali per circa un milione e mezzo di euro.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

30 Aprile 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»