hamburger menu

A Cosenza il 15 ottobre la finale di Music for Change

La manifestazione è organizzata dall'associazione Musica contro le mafie. Premi speciali a Rancore e Eugenio in Via Di Gioia

Pubblicato:27-09-2022 15:35
Ultimo aggiornamento:27-09-2022 15:35
Canale: Calabria
Autore:
FacebookTwitterLinkedInWhatsAppEmail

NAPOLI – Ritorna per il 13esimo anno consecutivo Music for Change, la manifestazione che, con un premio musicale e una serie di eventi con ospiti speciali, chiede alla musica di raccontare il cambiamento attraverso otto aree tematiche: Resistenze e Democrazia, Ambiente ed Ecologia, Cittadinanza Digitale (e Derive), Parità di Genere e Diritti Lgbtq+, Lavoro e Dignità, Migrazione e Popoli, Disuguaglianze e Marginalità Sociale, Rigenerazione e Futuro.

Organizzato dall’associazione Musica contro le mafie con la direzione artistica di Gennaro de Rosa, Music for Change anche in quest’edizione nel mese di ottobre animerà la città di Cosenza, dove gli otto finalisti del premio – Riva, Heren Wolf, Kyotolp, Vandarko, Esdra, Olivia Xx, Alo, Luk e i due sfidanti Frenesi e Quaranta – sono in residenza artistica nel quartiere creativo BoCS Art (il distretto creativo di Music for Change) con una serie di eventi online e in presenza, che avranno per protagonisti esponenti del mondo della musica, della cultura e del giornalismo.

Su questa scia, e per ricordare ancora una volta l’intento civile del premio, nei giorni del 13 e 14 ottobre approderà in città “Quarto Savona 15”, i resti della Fiat Croma blindata su cui viaggiavano gli uomini della scorta di Giovanni Falcone, che persero la vita nella strage di Capaci. “Quarto Savona 15” non ha mai smesso di camminare grazie all’impegno di Tina Montinaro, moglie di Antonio Montinaro, agente della scorta di Falcone, e si troverà nella piazza XI Settembre a Cosenza.

E nasce quest’anno anche Culture for Change, un festival letterario (Pac Calabria 2014/2020) spin off di Music for Change, che porterà gli utenti all’interno dei libri, con i format “Viaggio nel Libro” e “Artisti in Vetrina” e le testimonianze di numerosi ospiti su temi civili e sociali in collaborazione con “Lo Scaffale” di Carlo De Cesare. Tra questi figurano, solo per citarne alcuni: Domenico De Masi, per il format su lavoro e dignità; Marco Frittella di Rai Libri per Ambiente ed Ecologia; Annalisa Corrado e Roberto Bragalone con il libro scritto a più mani insieme ad Alessandro Gassman per Rigenerazione e Futuro; Simonetta Gola, moglie di Gino Strada per il libro postumo “Una persona alla volta”.

La chiusura della manifestazione è affidata a due momenti, entrambi in programma sabato 15 ottobre al teatro Rendano di Cosenza. A partire dalle 10 la finale del Premio, condotta dal cantautore romano Avincola, che vedrà esibirsi gli 8 finalisti, di fronte ad un pubblico di studenti provenienti da scuole di tutt’Italia. Sarà un pubblico di giovanissimi giurati Alpha Zeta a valutare i brani proposti dagli artisti, oltre a 3 artist deciders: Gabriella Martinelli, giovane artista tarantina, vincitrice di Area Sanremo 2019; Zulù dei 99 Posse e Roy Paci. Gli artist deciders avranno il compito di valutare, oltre il brano, anche la performance sul palco di ciascun artista. Alle 21 il momento della consegna del Premio 13esima edizione di Music for Change e dei premi speciali per “Words & Awards – La premiazione”.

Tra gli artisti più attesi della serata ci sono sicuramente due ospiti molto amati dal pubblico, a cui Music for Change assegnerà i premi speciali: la band torinese Eugenio in Via Di Gioia e il popolarissimo rapper Rancore, artisti che nel 2022 si sono distinti per aver trattato con la musica temi di grande impatto sociale, in linea con gli intenti e gli obiettivi che muovono la grande macchina di Music for Change. In particolare, Rancore sarà premiato per Freccia, brano dal testo complesso e multiforme, tratto dal suo ultimo album Xenoverso. Una canzone che esplora diversi aspetti della realtà (conosciuta e non) che offre nuovi punti di vista su ciò che viviamo, stimolando una riflessione profonda sul desiderio di rigenerazione e di futuro. Eugenio in Via Di Gioia riceverà invece il premio per l’album Amore e Rivoluzione, capace di fondere insieme moltissimi dei temi di Music for Change: Lavoro e Dignità nel brano “Quarta Rivoluzione Industriale”; Ambiente ed Ecologia in “Terra”; Cittadinanza Digitale e Cyber Risk in “Rabbia” ed infine nel tema principe di questa edizione Rigenerazione e Futuro in “Plot Twist”, “Utopia” e “Filastrocca per Grandi”.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte Agenzia DIRE e l’indirizzo www.dire.it

2022-09-27T15:35:06+01:00