Sciolto per mafia il Comune di Misterbianco

Per 18 mesi il Comune sarà commissariato, dopo l'accertamento di "condizionamenti da parte di organizzazioni criminali"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

PALERMO – Il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, ha sciolto per 18 mesi il consiglio comunale di Misterbianco, in provincia di Catania. La decisione arriva “a seguito di accertati condizionamenti da parte delle locali organizzazioni criminali” e “a norma – spiega una nota di Palazzo Chigi – dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”. Deciso, inoltre, il “contestuale affidamento dell’amministrazione dell’ente a una commissione di gestione straordinaria”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

27 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»