Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

“Cristiano Ronaldo, bentornato a casa”: il Manchester United annuncia il colpo di mercato

Il club che ha lanciato Cr7 punta a riportarlo a casa, il francese Pogba non sarebbe coinvolto nell'affare
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Di Marco D’Avenia

ROMA – E’ ufficiale: Cristiano Ronaldo tornerà ad indossare la maglia del Manchester United. Lo hanno annunciato i Red Devils sui loro canali social dopo aver trovato l’accordo con la Juventus. Al club bianconero andrà una cifra di poco superiore ai 25 milioni di euro, pari al valore a bilancio del fuoriclasse portoghese che firmerà un contratto da circa 25 milioni di euro per due stagioni.

L’accordo con lo United arriva dopo che CR7 era stato dato a un passo dal Manchester City. Ma la freddezza di Pep Guardiola e l’inesistenza dell’allenatore dei Red Devils, Ole Gunnar Solskjaer, hanno portato a un clamoroso colpo di scena.

Ronaldo ritrova quindi la squadra con cui ha giocato dal 2003 al 2009 vincendo una Champions League, tre campionati consecutivi, un Mondiale per club e altri trofei, oltre al primo Pallone d’Oro, targato 2008.

LEGGI ANCHE: Allegri conferma, Cristiano Ronaldo via dalla Juventus: si attende l’offerta del Manchester City

SOLSKJAER: LEGGENDA UNITED, VEDREMO COSA ACCADRÀ

Cristiano è una leggenda di questo club, il più grande giocatore di tutti i tempi, se devo esprimere la mia opinione a riguardo. Ho avuto la fortuna di giocare con lui (dal 2003 al 2007, ndr). L’ho allenato durante la stagione 2008-2009. Vediamo cosa succede”. Così l’allenatore del Manchester United, Ole Gunnar Solskjaer, sulla vicenda Cristiano Ronaldo, ormai giunto al capolinea della sua avventura in Italia con la maglia della Juventus.

GUARDIOLA: IN FINALE MERCATO PUÒ ACCADERE DI TUTTO

“Non posso dire molto. Cristiano è un giocatore della Juventus e, davvero, non posso dire altro. Tutto quello che posso dire è che in questi tre, quattro giorni alla fine del mercato può succedere di tutto“. Così nella conferenza alla vigilia di Manchester City-Arsenal (ore 13.30) Pep Guardiola, incalzato dai giornalisti a causa dei rumour che vorrebbero CR7 ancora in Premier League, questa volta sponda Citizens.

Sarà Cristiano– continua l’ex tecnico di Barcellona e Bayern Monaco- a decidere dove giocare, non il Manchester City e non il sottoscritto. Abbiamo avuto la possibilità di goderci i due migliori giocatori del calcio mondiale: tutto ciò che possiamo dire è grazie. Quello che hanno fatto l’argentino (Messi, che Guardiola ha allenato al Barça dal 2008 al 2012, ndr) e il portoghese, onestamente, potremmo non vederlo mai in futuro”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»