Migranti, nave Maersk sbarca a Pozzallo. Salvini: “Noi cuore buono, Macron no”

I profughi dopo lo sbarco sono stati trasferiti nell’hotspot di Pozzallo per l’identificazione
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Poco dopo la mezzanotte è iniziato il trasferimento in banchina dei 108 migranti a bordo della portacontainer danese Alexander Maersk ferma da venerdì scorso davanti alle coste del ragusano, dopo il via libera del ministero dell’Interno e delle Infrastrutture. I profughi, dopo lo sbarco, sono stati trasferiti nell’hotspot di Pozzallo per l’identificazione. Le condizioni di salute sono buone, i migranti prima di essere trasferiti sul cargo danese, erano stati salvati dalla Lifeline, la Ong tedesca bloccata da giovedì al largo di Malta con altri 234 migranti, al centro di un braccio di ferro tra gli stati europei su chi debba accoglierli.

Salvini: “Noi abbiamo il cuore buono, Macron no”

“Abbiamo il cuore buono a differenza di Macron”. Lo dice il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, entrando all’assemblea di Confartigianato, spiegando il via libera allo sbarco della Maersk.

“Il cargo aveva persone da soccorrere su indicazione della guardia costiera, che è lo Stato italiano. Le Ong straniere non toccheranno più porti italiani“, aggiunge.

Leggi anche:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»