Telefonata Zingaretti- Di Maio, il leader del M5s: “Conte unico nome”

Di Maio ha ribadito di non voler accettare "veti" perché quello del premier dimissionario è l'unico nome sul tavolo.
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti si sono sentiti al telefono questa mattina, a quanto si apprende. Nel colloquio, il capo politico M5s avrebbe ribadito al segretario dem che tutto il Movimento è “leale” nei confronti di Giuseppe Conte ribadendo di non voler accettare “veti” perché quello del premier dimissionario è l’unico nome sul tavolo.

GRILLO: CONTE HA I REQUISITI DA PREMIER, LO PENSO ANCORA

“’Saluto con grande piacere il Professor Giuseppe Conte, lo abbiamo visto attraversare una foresta di dubbi e preoccupazioni maldestre, faziose e manierate, che ha saputo superare grazie a dei requisiti fondamentali per la carica che è destinato a ricoprire: la tenuta psicologica e l’eleganza nei modi…’. Così scrivevo a proposito del nostro Presidente del Consiglio, a maggio del 2018 e questo è il mio pensiero a distanza di un anno”. Lo ribadisce Beppe Grillo, garante del M5s, sul suo blog nella rubrica domenicale.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»