Parlamentari M5s: “Pressioni su Fico, ‘c’è incognita Rousseau'”

Si fa sempre piu’ concreta l’opzione del voto con la piattaforma Rousseau sull’alleanza di governo. A Fico sarebbe stato consigliato di non correre per non esporsi a una possibile sconfitta
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Roberto Fico fa un passo indietro nella corsa per la premiership. Fonti di Montecitorio spiegano che Fico “intende dare continuita’ al suo ruolo” di presidente della Camera.  Nelle scorse ore gli era arrivata l’offerta esplicita del Pd. E il numero uno di Montecitorio non aveva chiuso, anzi. Al punto che ieri pomeriggio, a San Felice Circeo aveva ammesso di essere combattuto. “Io premier? Non lo so. Amo il mio ruolo, mi piacerebbe mantenerlo”, aveva detto rispondendo ad un giornalista della Dire.

Solo questa mattina Fico avrebbe maturato l’intenzione di restare a Montecitorio. Ma com’e’ passato dal ‘non lo so’ di ieri al ‘no secco’ di oggi? A quanto apprende l’agenzia Dire da fonti parlamentari del M5s decisive sarebbero state anche le pressioni degli ambienti grillini favorevoli all’accordo tra M5s e Lega. Tra i pentastellati si fa sempre piu’ concreta l’opzione del voto con la piattaforma Rousseau sull’alleanza di governo, cosi’ come fu per quella sancita lo scorso anno con la Lega. A Fico sarebbe stato consigliato di non correre per non esporsi a una possibile sconfitta. Di qui la decisione di togliere il suo nome tra quelli in lizza.
La protesta social contro l’accordo con il Pd, con decine di commenti piu’ o meno genuini sulle pagine social dei big, avrebbe vinto le residue resistenze del presidente della Camera.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»