Coronavirus, il principe Carlo positivo al test

Nei giorni scorsi, la regina Elisabetta aveva già lasciato Buckinghm Palace insieme al marito Filippo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

MILANO – Il principe Carlo, 71 anni, è risultato positivo al test per il coronavirus. La notizia, riportata dalla stampa inglese, è stata diffusa da un portavoce della famiglia reale: “Sua Altezza ha mostrato sintomi lievi, ma per il resto è in buona salute. Come suo solito, negli ultimi giorni ha lavorato da casa”.

Anche Camilla, Duchessa di Cornovaglia, è stata sottoposta al test risultando negativa. Entrambi si trovano in autoisolamento. Il portavoce ha aggiunto: “Non è possibile accertare da chi il Principe abbia contratto il virus a causa dell’elevato numero di incarichi che ha svolto nel suo ruolo pubblico nelle ultime settimane”.

Nei giorni scorsi anche la regina Elisabetta aveva lasciato Buckingham Palace. “La sovrana inglese e il marito Filippo sono stati spostati per motivi di sicurezza. Sono in buona salute, ma lo staff ha pensato che lasciare il centro di Londra sia la misura precauzionale migliore“.

MILANO – Il principe Carlo, 71 anni, è risultato positivo al test per il coronavirus. La notizia, riportata dal Telegraph, è stata diffusa da un portavoce della casa reale inglese: “Sua Altezza ha mostrato sintomi lievi, ma per il resto è in buona salute. Come suo solito, negli ultimi giorni ha lavorato da casa”.

Anche Camilla, Duchessa di Cornovaglia, è stata sottoposta al test risultando negativa. Entrambi si trovano in autoisolamento. Il portavoce ha aggiunto: “Non è possibile accertare da chi il Principe abbia contratto il virus a causa dell’elevato numero di incarichi che ha svolto nel suo ruolo pubblico nelle ultime settimane”.

Nei giorni scorsi la regina Elisabetta aveva lasciato Buckingham Palace. “La sovrana inglese e il marito Filippo- aveva fatto sapere la casa reale- sono stati spostati per motivi di sicurezza. Sono in buona salute, ma lo staff ha pensato che lasciare il centro di Londra sia la misura precauzionale migliore“.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»