Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Rifiuti Lazio, D’Ercole-Consoli per sostituzione provvisoria di Tosini

Prendono il posto momentaneamente dell'ex direttrice regionale dell'area rifiuti agli arresti domiciliari
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Il direttore generale della Regione Lazio, Wanda D’Ercole, e l’attuale direttore del Capitale Naturale, dei parchi e delle aree protette, Vito Consoli, prendono il posto momentaneamente di Flaminia Tosini, l’ex direttrice regionale dell’area rifiuti, agli arresti domiciliari per corruzione, concussione e turbata libertà di procedimento di scelta del contraente.

LEGGI ANCHE: Rifiuti Lazio, arresti domiciliari per la dirigente Flaminia Tosini e Valter Lozza

Questa mattina la Giunta regionale ha deciso le due nomine, stabilendo di dividere le funzioni che fino a poco fa erano tutte in capo alla Tosini. Per questo la D’Ercole si occuperà del ciclo dei rifiuti e della programmazione, mentre a Consoli andranno i procedimenti sulle autorizzazioni e le valutazioni di impatto ambientale.

LEGGI ANCHE: Rifiuti Lazio, Tosini dal Gip: “Con Lozza amicizia, non siamo amanti”

L’esecutivo ha dato anche il via libera al bando attraverso il quale rintracciare la figura che in via definitiva sostituirà la Tosini e ha nominato la task force che verificherà i procedimenti in corso sulle autorizzazioni degli impianti. La comporranno Wanda D’Ercole, Vito Consoli e il direttore dell’Arpa Lazio, Marco Lupo.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»