Salvini e le prossime misure: “Il governo non faccia da solo, sediamoci a un tavolo”

matteo salvini
"Lega e centrodestra si fanno da sempre portavoce del mondo produttivo, sediamoci intorno a un tavolo", dice il leader della Lega
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

 ROMA – Il governo non decida da solo le prossime misure per il contenimento dell’epidemia da Coronavirus. Lo chiede il leader della Lega Matteo Salvini, in un messaggio al Festival del Lavoro, dicendo: “Non fate da soli, mettiamoci intorno a un tavolo, Lega e centrodestra rappresentano la maggioranza degli italiani e si fanno da sempre portavoce del mondo produttivo, dobbiamo essere tempestivi per mettere in rete le idee migliori e applicarle tempestivamente”. E ancora, prosegue Salvini: “Il governo deve semplificare e partire dagli errori commessi per dare soluzioni che facciano convivere le esigenze delle imprese, che hanno subito danni gravissimi e di cui deve essere garantita la sopravvivenza, e dei lavoratori: sulla cassa integrazione e sugli altri ammortizzatori, su tirocini e apprendistati, sui voucher, sullo smart-working (che non può trasformarsi in un “no working”), sul blocco dei licenziamenti”.

LEGGI ANCHE: Salvini-Berlusconi-Meloni: “Il governo non ascolta, così non va”

Quanto al Festival del Lavoro, questo il messaggio del leader della Lega ai partecipanti: “Anche quest’anno, purtroppo in remoto, non potevo mancare a questo appuntamento. Voglio dire grazie alle decine di migliaia di Consulenti del Lavoro che hanno avuto sulle spalle un fardello incredibile, dovuto soprattutto alla complicazione”. 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»