Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

In Lombardia il referendum zoppica, ma Maroni: “Missione compiuta”

Ad andare alle urne soprattutto gli abitanti dell'hinterland delle grandi città, provincia di Bergamo in testa
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

roberto_maroniROMA –  Se in Veneto il referendum vola, in Lombardia resta con i piedi per terra. Nella regione governata da Roberto Maroni la soglia dei votanti per scegliere l’autonomia si ferma al 40%. E il tanto decantato sistema di voto con i tablet ha creato più di qualche problema: all’una di notte non c’era ancora il dato sull’affluenza.

Non era comunque previsto nessun quorum.

Ad andare alle urne soprattutto gli abitanti dell’hinterland delle grandi città, provincia di Bergamo in testa.

Nonostante la chiamata alle urne non sia stata un successo, Maroni è convinto della vittoria: “Missione compiuta, ora voglio trattare con Gentiloni”.

LEGGI  ANCHE

In Veneto il trionfo di Zaia: “Un Big Bang come il muro di Berlino”

 

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»