Dai software spia alla Certosa di Bannon: le inchieste finaliste al premio Morrione sul giornalismo investigativo

La presentazione della lista dei finalisti è stata inserita all'interno del 71esimo Prix Italia in corso alla Casa dei Cavalieri di Rodi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – C’è l’inchiesta di Lidia Sirna, Eleonora Zocca e Elena Kaniadakis sul commercio internazionale di alcuni software per lo spionaggio, realizzati da una ditta italiana e sospettati di essere stati utilizzati dai servizi segreti sauditi per localizzare e neutralizzare il giornalista dissidente Jamal Khashoggi. Oppure quella di Marina De Ghantuz Cubbe, Giovanni Culmone e Ludovico Tallarita sulla rete di persone e denaro legati all’associazione Dignitatis Humanae Institute che, guidata dal ‘guru’ ultra conservatore Steve Bannon, voleva fondare l’Internazionale dei sovranisti alla Certosa di Trisulti, in provincia di Frosinone. Sono solo alcune delle storie entrate nella lista dei finalisti dell’ottava edizione del premio Roberto Morrione per il giornalismo investigativo, la cui presentazione è stata inserita all’interno del 71esimo Prix Italia in corso alla Casa dei Cavalieri di Rodi. 

Gli autori, tutti under 30, questo pomeriggio hanno presentato in anteprima Nazionale le loro inchieste durante un dibattito moderato da Marino Sinibaldi, direttore di Rai Radio 3. Oltre alle due citate sono state presentate anche l’inchiesta di Maurizio Franco, Matteo Garavaglia e Ruggero Scotti sullo sviluppo e le repentine metamorfosi delle città italiane e quella di Mario Catalano e Vincenzo Pizzuto sull’inquinamento di un tratto di costa di Termini Imerese. 

Nei quattro mesi di produzione i finalisti oltre ad avere il supporto dei tutor giornalistici hanno avuto a disposizione un pool di tutor tecnici composto da Francesco Cavalli (audio-video), Pietro Ferri (musicale), Stefano Lamorgese (web) e Giulio Vasaturo (legale). 

L’associazione Amici di Roberto Morrione premierà le migliori inchieste di questa ottava edizione a Torino tra giovedì 24 e sabato 26 ottobre.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

23 Settembre 2019
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»