Tg Lazio, edizione del 23 aprile 2020

Ecco i titoli del Tg Lazio dell'edizione di oggi:
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

CORONAVIRUS: NEL LAZIO 80 NUOVI CASI, 7 DECESSI E 12 GUARITI

Nel Lazio sono 80 i nuovi casi di positivita’ al coronavirus, 7 i decessi, 12 i pazienti guariti mentre escono oggi dalla sorveglianza in 18.381. I numeri sono emersi durante la videoconferenza odierna della task-force regionale per il Covid-19 alla presenza dell’assessore regionale alla Sanita’, Alessio D’Amato. “Prosegue un andamento stabile sotto i 100 casi e un trend al 1,3%- ha spiegato l’assessore- Dobbiamo proseguire e stabilizzare questa discesa. Il tasso di replicazione del virus e’ allo 0,58”.

CORONAVIRUS, REGIONE LAZIO DIFFIDA SAN RAFFAELE ROCCA DI PAPA

La Regione Lazio ha diffidato la struttura San Raffaele di Rocca di Papa “ad attuare le misure regionali per ripristinare le procedure di prevenzione, contenimento e gestione dei focolai da Covid 19 e all’attuazione di tutte le azioni che la Asl Roma 6 ha rilevato necessarie. E’ quanto annunciato dalla Regione Lazio la quale fa sapere che in caso di inadempimento la Asl Roma 6 sara’ tenuta ad intervenire direttamente nella gestione sanitaria della struttura. Tale situazione, ha spiegato la Regione Lazio, “si e’ verificata dopo il focolaio della RSA di Cassino sempre della medesima proprieta’ in cui vi sono stati 57 casi positivi e 6 decessi partito ai primi di marzo”.

CNA LAZIO: STALIMENTI BALNEARI LUOGO SALUBRE, RIAPRANO

Gli stabilimenti balneari? Sono il luogo più salubre, dovrebbero riaprire per primi. Lo ha detto oggi Maurizio Criscuolo di Cna Balneari Lazio, secondo il quale “la diluizione del virus e’ massima in mare e sulla spiaggia, perche’ la ventilazione lungo le coste e’ superiore rispetto ad esempio a quella di una piazza”. Per Criscuolo “è assolutamente necessario non perdere questa stagione, altrimenti la durata per quarantena dei balneari ammonterebbe a 2 anni”.

ALTA VELOCITÀ ROMA-FROSINONE, CI VORRANNO 40 MINUTI

L’Alta Velocita’ arriva a Frosinone e permetterà di raggiungere la Capitale con soli 40 minuti e Napoli con 35. Si partirà con una coppia di treni in via sperimentale, successivamente nel giro di alcuni anni verrà realizzata la nuova stazione del capoluogo ciociaro, nei pressi di Ferentino. Il progetto e’ stato svelato questa mattina nella sede della Regione Lazio dall’Ad di Fs, Gianfranco Battisti, insieme al presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti. “Si torna ad investire nella provincia contro lo spopolamento a favore delle grandi metropoli- ha detto quest’ultimo- e si indica anche un modello di vita che rida’ centralita’ ai territori”.

:

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»