M5s, Di Maio: “Online il contratto di Governo. Non sarà una coalizione classica”

"Distanza da Lega e Pd su molti temi decisivi e metodi rimane netta"
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

M5S. DI MAIO: ONLINE CONTRATTO GOVERNO, NON SARA’ COALIZIONE CLASSICA
DISTANZA DA LEGA E PD SU MOLTI TEMI DECISIVI E METODI RIMANE NETTA
(DIRE) Roma, 23 apr. – “Sono emozionato ed orgoglioso di pubblicare la prima stesura del contratto di governo con il quale vogliamo realizzare il cambiamento che gli italiani aspettano da tanto tempo”. Luigi Di Maio, capo politico e candidato presidente del Consiglio M5S, lo scrive su Facebook rimandando al Blog delle Stelle invitando a scaricare il documento integrale.
Il Movimento 5 Stelle, si legge sul suddetto blog, “non ha nessuna intenzione di perdere la sua identita’ politica in un governo di coalizione classico, anche perche’ la distanza dalla Lega e dal Partito Democratico su molti temi decisivi e sui mezzi per realizzarli rimane netta”. Quindi, “per garantire un governo forte e votato al cambiamento”, prosegue, ecco “un’intesa su 10 punti fondamentali per il Paese, da portare avanti unendo le forze, con disciplina, lealta’ e onore”.
Il contratto “prevede naturalmente dei vincoli politici per impedire ad una delle parti contraenti di ignorare l’accordo mettendo a rischio la tenuta del Governo”, spiega Di Maio. È previsto “un comitato di conciliazione nominato dalle parti con lo scopo di ricomporre le eventuali divergenze e una verifica sull’avanzamento dei lavori a meta’ della legislatura appena iniziata, cosi’ da garantire ai cittadini piena trasparenza sull’azione di governo”, garantisce il candidato M5S per palazzo Chigi.
(Ran/Dire)

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»