Gli articoli della Dire non sono interrotti dalla pubblicità. Buona lettura!

Roma, in corso sgombero di immobili dei Casamonica. Diventeranno una sede dei Carabinieri

roma carabinieri casamonica (2) (1)
In via Caldopiano 80, nella periferia sud della Capitale, liberato un ampio complesso immobiliare composto da terreni e villette che sarà destinato all'Arma
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Dalle 7.30 di questa mattina è in corso a via Caldopiano 80, periferia sud della Capitale, una rilevante operazione, realizzata dopo un’attenta pianificazione sviluppata nei giorni scorsi in seno al Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica presieduto dal Prefetto di Roma, Matteo Piantedosi. Lo fa sapere la Prefettura.


In particolare con questo intervento la Prefettura di Roma e l’Anbsc (Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata) stanno procedendo alla liberazione di un ampio complesso immobiliare composto da terreni e villette ubicati in via Caldopiano, già oggetto di confisca ai danni di appartenenti al sodalizio criminale dei Casamonica e successivamente acquisito al patrimonio dello Stato per essere destinato a soddisfare esigenze del Comando provinciale dell’Arma dei Carabinieri.


L’operazione, realizzata con il supporto degli stessi Carabinieri ha lo scopo non solo di giungere allo sgombero degli immobili ma di realizzare contestualmente l’immissione nel possesso a rappresentanti dell’Arma, in tal modo consentendo di garantire fin da subito la custodia e la sicurezza del compendio. L’assegnazione all’Arma dei Carabinieri assume un alto valore poiché garantisce l’utilizzo del bene per finalità istituzionali e al contempo, nell’elevare lo stesso a presidio di legalità sul territorio, riafferma con forza la presenza dello Stato nei luoghi sottratti alla criminalità organizzata.


L’iniziativa, prosegue la Prefettura, segue due importanti azioni sviluppate nei giorni scorsi presso alloggi Ater a Tor Bella Monaca e si pone a pieno titolo nell’alveo di quelle intense e costanti attività di presidio del territorio, e delle periferie in particolare, fortemente volute dal Prefetto fin dall’inizio del suo incarico, e pianificate settimanalmente nel Cposp dallo stesso presieduto, per testimoniare la presenza dello Stato realizzando incisive azioni a tutela e ripristino della legalità.

La liberazione degli immobili di questa mattina in via Caldopiano 80 è diretta conseguenza della confisca 9010/03 ai danno di Gelsomina Di Silvio più altri, divenuta definitiva con pronuncia della Corte di Cassazione del 16 dicembre 2015. Si tratta di un complesso immobiliare composto da terreni e villette. Con il decreto del direttore dell’agenzia 42675 del 22 luglio 2021, previa delibera del consiglio direttivo dell’Anbsc, è stato disposto il mantenimento del predetto compendio immobiliare al patrimonio indisponibile dello Stato per le esigenze dell’Arma dei Carabinieri, al fine di essere adibiti ad alloggi di servizio per i reparti dipendenti del Comando Provinciale Carabinieri di Roma.


L’elemento caratterizzante dell’evento è dato dalla contestualità dello sgombero dei locali con l’immissione in possesso da parte dei Carabinieri. Ciò al fine di evitare il pericolo di una nuova occupazione dei predetti locali da parte dei medesimi soggetti ed anche per evitare episodi di vandalizzazione, cosa questa che si verifica di frequente, ricorda la Prefettura di Roma. L’assegnazione all’Arma dei Carabinieri ha un valore altamente simbolico per riaffermare la presenza dello Stato nei luoghi precedentemente occupati dalla criminalità organizzata. Il riutilizzo del bene confiscato per finalità sociali o istituzionali, infatti, non solo rappresenta la restituzione alla comunità del maltolto, ma eleva il bene stesso a presidio di legalità.

GUALTIERI: “INTERVENTO IMPORTANTE PER RIAFFERMARE LA LEGALITÀ”

“La liberazione degli immobili di via Caldopiano appartenenti alla famiglia Casamonica e la loro assegnazione ai Carabinieri sono due notizie importantissime per il VII Municipio e per tutta Roma. Ringrazio le forze dell’ordine e rivolgo un plauso per questo intervento che contribuisce a ripristinare la presenza dello Stato in un territorio infiltrato dalla criminalità e a riaffermare la legalità“. Lo scrive su Facebook il sindaco di Roma, Roberto Gualtieri.

Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DiRE» e l’indirizzo «www.dire.it»

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Agenzia DIRE - Iscritta al Tribunale di Roma – sezione stampa – al n.341/88 del 08/06/1988 Editore: Com.e – Comunicazione&Editoria srl Corso d’Italia, 38a 00198 Roma – C.F. 08252061000 Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»