VIDEO | Via ai lavori della stazione Capodichino-Di Vittorio, metro di Napoli più vicina all’aeroporto

Secondo le stime dell'Eav, entrerà in funzione nel 2023, dopo quelle di Miano (nel 2021) e di Regina Margherita e Secondigliano (2023)
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print


NAPOLI – Con la consegna del cantiere Capodichino-Di Vittorio, avvenuta questa mattina all’interno dell’aerporto militare, partono i lavori anche nell’ultima stazione Eav che consentira’ la chiusura dell’anello della metropolitana di Napoli. Sono otto le stazioni che andranno realizzate per consentire un collegamento su ferro di tutta la citta’. La linea 1 della metropolitana, infatti, si ferma al momento a Piscinola nell’area Nord e a Garibaldi nel centro cittadino. Con la realizzazione delle stazioni Miano, Regina Margherita, Secondigliano e Capochino-Di Vittorio (di competenza dell’Eav) e l’apertura di Centro direzionale, Poggioreale e Capodichino-Aeroporto (Anm), a cui si aggiunge la stazione Duomo, sara’ possibile raggiungere ogni quartiere della citta’ utilizzando i mezzi pubblici.

“Si conclude un pezzo importante dell’investimento da quasi mezzo milione di euro sulla rete metropolitana – ha commentato il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca -. Eav riapre il ventesimo cantiere, solo questo vale 50 milioni di euro, e parliamo di cantieri che erano complessivamente bloccati dal 2010. Accanto ai lavori per realizzare la stazione, ci saranno anche opere di riqualificazone urbana: parcheggi, aree pedonali e parchi. È un’opera simbolicamente molto importante“.

Secondo le stime dell’Eav, la stazione Di Vittorio entrera’ in funzione nel 2023, dopo quelle di Miano (nel 2021) e di Regina Margherita e Secondigliano (2023). L’investimento complessivo per la realizzazione delle quattro stazioni e’ pari a 410 milioni. “Nel 2023 – ha detto il presidente dell’Ente Autonomo Volturno, Umberto De Gregorio – completiamo i lavori per la chiusura dell’anello della metropolitana da parte dell’Eav. Nel 2024 dovrebbero essere pronte anche le stazioni di pertinenza del Comune di Napoli”.

De Gregorio ha insistito sulla necessita’ che sia un’unica azienda di trasporto a gestire l’intera tratta della metropolitana. È in corso un tavolo tecnico che si occupa della questione “ma e’ necessario – ha suggerito il presidente della Eav – un salto di qualita’ in tempi brevi”.

In attesa che venga realizzata la stazione metropolitana dell’aeroporto internazionale di Capodichino, entro i prossimi tre anni da di Vittorio partiranno anche delle navette per raggiungere lo scalo partenopeo distante circa 700 metri. L’Eav ha anche annunciato che e’ stato gia’ firmato il contratto di acquisto per dieci nuovi treni che saranno utilizzati per la linea 1 appena l’anello della metropolitana di Napoli sara’ completato. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

22 Giugno 2020
Le notizie del sito Dire sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «Agenzia DIRE» e l'indirizzo «www.dire.it»